318
Ci sono due certezze nelle prove di matrimonio tra la Juve e Milinkovic-Savic: il giocatore preferirebbe giocare a Torino nella prossima stagione piuttosto che all’estero e che il club bianconero non è disposto ad arrivare ai 100 milioni richiesti da Lotito per il cartellino del serbo. Allora servirà tanto lavoro e una strategia ben precisa per arrivare al grande obiettivo della Vecchia Signora per l’estate 2023.

Ascolta "Juve, il piano per arrivare a Milinkovic-Savic: dettagli, cifre e una scelta dolorosa" su Spreaker.

TRE CESSIONI- La Juve deve fare spazio a Milinkovic-Savic sia a livello di giocatori in rosa che di numeri. La prima scelta è stata quella di far decadere l’opzione per il riscatto obbligatorio per Paredes: l’argentino guadagna tanto e ha reso poco, ecco perché tornerà presto al Psg. Il vero grande obiettivo è quello di cedere McKennie per 25/30 milioni e si sta lavorando in questa direzione. L’addio più doloroso sarebbe quello di Rabiot ma un eventuale rinnovo a cifre importanti toglierebbe dalla disponibilità quella liquidità necessaria per arrivare a Milinkovic-Savic. Che nel frattempo continua a mandare segnali negativi alla Lazio per il rinnovo del contratto perché vuole vestire la maglia della Vecchia Signora nella prossima stagione.