54
Ormai non si contano più le stagioni che vedono Emerson Palmieri nel mirino della Juve. Nemmeno le sessioni di mercato con la dirigenza bianconera che prende contatti con il suo entourage e il suo club (Roma prima, Chelsea poi) e il giocatore che accarezza l'idea di sbarcare a Torino. Un tormentone che prosegue da tempo, dunque. E che è già pronto a tornare a risuonare. Già, perché la casella del vice Alex Sandro, che pure fin qui non si è ancora visto causa infortunio, nella Juve resta scoperta: dovrebbe essere Federico Bernardeschi la prima alternativa sulla carta, nei fatti Andrea Pirlo sta sperimentando altro per scelta e necessita, con l'ex viola che ora riflette sulla cessione per rilanciarsi. Ma anche perché Emerson Palmieri in questo Chelsea continua a non trovare spazio.

FUORI DAI PIANI Mai convocato in sette giornate di Premier League. Schierato solo in EFL Cup e per uno spezzone di Champions sul campo del Krasnodar per un totale di 123 minuti, l'italo brasiliano morde il freno e ha ormai deciso di valutare il mercato. Anche perché c'è un Europeo che lo aspetta a fine stagione, in condizioni normali il suo posto tra i convocati di Roberto Mancini non sarebbe in discussione, ma non può di sicuro vivere una stagione intera da spettatore. Nemmeno la rottura tra Frankie Lampard e Marcos Alonso gli ha aperto qualche spazio in più in ottica formazione titolare, la cessione rischia di diventare l'unica soluzione per tornare a giocare con continuità.
IL DERBY D'ITALIA – E su Emerson Palmieri proprio Juve e Inter restano le squadre maggiormente interessate, con il club bianconero anche più avanti considerando le evoluzioni del mercato di settembre. Certo, serve che quel muro tirato su dal Chelsea possa crollare. Riavvolgendo il nastro, dopo l'apertura al prestito proprio il caso Alonso aveva convinto i Blues a mischiare le carte, il tentativo di spingere verso Torino lo spagnolo aveva di fatto solo bloccato un'operazione mai davvero diventata calda come quella legata a Emerson Palmieri. Che può tornare nei piani della Juve già per gennaio, ma sempre secondo quella formula del prestito con opzione di riscatto che non sembra avere troppe alternative: una sarebbe quella legata a uno scambio, in questo momento difficilmente collocabile. C'è tempo in ogni caso per trovare la quadra. Intanto il tormentone Emerson Palmieri-Juve può tornare di grande attualità.