7
Fra i peggiori col Napoli, protagonista ieri sera col Siviglia. Sono bastati pochi giorni a Hernanes per cancellare la brutta prova del San Paolo. Il Profeta si gode come gli altri il successo in Champions, ma ha già la testa alla gara di domenica col Bologna, da vincere assolutamente per risalire in classifica. "Ripartiamo da Juventus-Siviglia con la motivazione giusta per costruire la stagione che vogliamo noi - le sue parole di oggi a JTv - Manteniamone l'approccio nell'attenzione, nella compattezza e nel saperci muoverci tutti insieme, con serenità, e può darsi che faremo altre belle partite, ed i risultati seguiranno". 

Come tutta la Juve, Hernanes sembra avere un buon feeling con la Champions League, per quanto sia all'esordio. "Arrivare a giocarvi è stato il risultato di un lavoro molto arduo. Se non fosse per la mia persistenza e per la mia tenacia, non ce l'avrei fatta. A 30 anni, dopo aver giocato un Mondiale, sembrava non arrivasse più il momento di debuttare in Champions. E' arrivato invece, a Manchester, e l'esordio è stato indimenticabile. Allo Juventus Stadium l'atmosfera è stata fantastica: davvero un momento importante per la stagione. Mi auguro che possiamo ripartire da questa gara sulla strada per le vittorie". 
Per quanto riguarda Allegri, "il rapporto è molto buono: è una gran persona, ha grande stima in me e l'ho apprezzato molto. Coi miei compagni mi trovo molto bene, ma dopo solo un mese ancora non sono riuscito a parlare tanto con tutti. Piano piano sto acquisendo confidenza. Coi brasiliani riesco a parlare di più. Sogni? Ambiziosi, ho grandi aspettative e grandi sogni. Me li tengo per me, ma sicuramente vincere è assolutamente uno di questi".