Calciomercato.com

Juve, i casi Pogba e Fagioli infiammano il mercato: Thuram e Hojbjerg nel mirino di Giuntoli

Juve, i casi Pogba e Fagioli infiammano il mercato: Thuram e Hojbjerg nel mirino di Giuntoli

  • GS
  • 86
Non è sicuramente un periodo semplice per la Juventus di Massimiliano Allegri che, nel corso delle ultime settimane, è stata travolta da una serie di casi e di difficoltà che hanno rischiato di minarne le prestazioni sul rettangolo di gioco. Primo su tutti, la positività al doping di Paul Pogba (confermata anche dalle contro analisi) il quale aspetta di conoscere il suo destino e di sapere quanto lunga sarà la squalifica e quanto resterà forzatamente ai box, a guardare i suoi compagni di squadra. In segundis, notizia fresca di ieri, l’apertura di un’indagine da parte della Procura di Torino su Nicolò Fagioli (autodenunciatosi alla giustizia sportiva) per scommesse illecite su piattaforme illegali. Risvolti legali ed extracampo a parte, ora per la Juventus si apre uno scenario da considerare in maniera immediata: chi sostituirà i due giocatori nella mediana di Allegri?

DERBY PER THURAM - Cristiano Giuntoli è già al lavoro per sistemare questa delicata situazione. Vari i nomi sul taccuino del dirigente bianconero ma il preferito, almeno tra i pensieri in quel della Continassa, rimane Khéphren Thruam, fratello di Marcus e centrocampista del Nizza. Fisicità, potenza e prospettiva (essendo classe 2001), il profilo del francese corrisponde alle caratteristiche ricercate dalla dirigenza bianconera. Un interesse che dovrà concretizzarsi in un’offerta da almeno 25/30 milioni di euro, come richiesto dal club transalpino. Un'ipotesi difficile, almeno al momento, visto le politiche aziendali attuate nel capoluogo piemontese sin dall'estate. Una priorità, tuttavia, sul quale toccherà anticipare una nutrita e folta concorrenza sia in Serie A (con l’Inter in prima fila, vista la presenza del fratello Marcus) e dalla Premier League (con il Liverpool che già in estate aveva sondato il suo nome). Fascicolo aperto, dunque, per Giuntoli ma non l’unico da tenere monitorato.

VARI PROFILI - “Se ci saranno delle opportunità valuteremo se è il caso di intervenire. Dobbiamo fare delle valutazioni”. Parola di Cristiano Giuntoli che, oltre al nome di Thuram, ha un taccuino con appuntati una serie di profili che hanno attirato le attenzioni della Vecchia Signora. Il talento ucraino Sudakov dello Shakhtar Donetsk è tra i nomi più gettonati ma spaventa per l’elevata valutazione fatta dalla società che ne detiene il cartellino, oltre che per la linea adottata sin dal mercato estivo dalla Juventus: struttura sostenibile, sfruttamento delle risorse interne e attenta valutazione delle occasioni di mercato. Per questo, a Torino stanno valutando anche Pierre-Emile Hojbjerg, proposto da alcuni intermediari. Il centrocampista del Tottenham vuole cucirsi nuovamente addosso un ruolo di primaria importanza (attualmente impossibile negli Spurs di Postecoglu che chiede, anche qui, 30 milioni di euro, vista la concorrenza dell'Atletico Madrid) ma molto dipenderà dalle richieste del club inglese: con un prestito con diritto di riscatto, la trattativa potrebbe aprirsi ed entrare nel vivo. Altra opportunità in casa Juve corrisponde al nome di Lazar Samardzic, alla ricerca di una chance in una big dopo il clamoroso mancato trasferimento all’Inter. Anche qui, l’Udinese dovrebbe aprire all’ipotesi di prestito. Esempi, profili, Giuntoli studia e lavora per risolvere il problema mediana ad Allegri.

Altre notizie