La Juventus lavora al proprio futuro e ha pronto un piano per rivoluzionare il proprio reparto arretrato. Fabio Paratici è attivissimo nella sua programmazione della stagione 2019/20 e, proprio la difesa sarà il reparto che più sarà toccato dalle operazioni di mercato dell'attuale ds.

I POSSIBILI PARTENTI - Perso Benatia e non sostituito nel corso del mese di gennaio, il club bianconero si prepara a dire nuovamente addio a Martin Caceres, mentre è sempre più probabile l'addio al calcio di Andrea Barzagli. Sono inoltre due i possibili partenti per cui la Juventus si aspetta di ricevere offerte in estate. Da un lato Daniele Rugani, per cui tante volte la Juventus ha detto no ad una cessione e dall'altra Alex Sandro corteggiatissimo soprattutto all'estero.  TRE OBIETTIVI IN MEZZO- L'obiettivo dichiarato per rinforzare il reparto è noto da tempo e risponde al nome di Matthijs de Ligt. Sul centrale classe '99 dell'Ajax c'è però la corte sfrenata di Barcellona e Real Madrid e, per questo, il club bianconero sta valutando anche piste alternative. Fra queste, secondo Tuttosport, c'è anche Kostas Manolas della Roma per cui esiste una clausola rescissoria da 'soli' 36 milioni di euro. C'è invece già una base di accordo con il Genoa per Cristian Romero, ma la Juventus vorrebbe anticipare a giugno il suo arrivo programmato per il 2020 e serviranno nuovi incontri con i dirigenti rossoblù.

I DUBBI DI MARCELO - Per sostituire Alex Sandro, invece, la Juventus aveva già trovato più di un principio di accordo con il terzino del Real Madrid, Marcelo. Il brasiliano era finito ai margini del club spagnolo sotto la gestione Lopetegui-Solari, ma il ritorno di Zinedine Zidane in panchina ha stravolto le gerarchie riportandolo fra i titolarissimi. Oggi quell'accordo trovato è stato messo in stand-by dal giocatore che ha chiesto tempo per riflettere sulla possibile permanenza al Real.