Il calcio, come la vita, è sogno. Per questo Allegri non è più l’allenatore della Juventus; perché i tifosi, e non solo, vogliono sognare. I tifosi? Forse non è esatto: la Juve non ascolta la piazza e anche se qualcuno ha scritto che Nevded si sarebbe fatto interprete della frustrazione di gran parte del popolo bianconero per il calcio remissivo di Allegri, stentiamo a credere sia questa sia la ragione principale del suo esonero.

Il fatto è che il palcoscenico nazionale non può più bastare alla Juventus e che su quello internazionale, la squadra può anche perdere, ma deve esprimere un altro gioco.

LEGGI TUTTO SU ILBIANCONERO.COM