156
Arrivare a realizzare 160 milioni di plusvalenze in un anno esatto è come una medaglia a più facce. Servono compromessi tra campo e bilancio, molto orientati verso le carte contabili. Servono accordi tra club anche a costo di pagare qualcosa pur di raggiungere l'obiettivo, si sprecano le operazioni di scambio con conguaglio in favore dell'altra società seppur possano passare in secondo piano non essendo coinvolti giocatori di primo piano. Servono anche degli intermediari e degli agenti che, come in ogni altra operazione ormai, presentano conti salati dopo aver permesso ai club coinvolti di raggiungere il proprio obiettivo. Una voce sempre più presente e influente nei conti delle società di calcio, quindi anche della Juve. Che pure in questi giorni ha alzato alle stelle questa voce, dall'operazione Arthur-Pjanic a Mavididi e all'altro scambio Correira-Moreno.

SCOPRI TUTTO SU ILBIANCONERO.COM