187
L'eliminazione in Champions è una ferita ancora aperta, ma domani la Juventus potrà giocarsi il secondo match point per lo scudetto affrontando in casa la Fiorentina.

SCUDETTO - "Siamo fortunati perché abbiamo subito l'opportunità di vincere lo scudetto e lo dobbiamo vincere. Abbiamo avuto qualche giorno per smaltire l'amarezza, per fortuna si può solo andare avanti. Alibi servono solo a quelli che non vincono. Finché la matematica non ci consegna lo scudetto, non dobbiamo pensare ad altro. Poi progammeremo prossima stagione". 

FUTURO - "Non si inizia mai l'anno in scadenza? Non si sa mai...".

STAGIONE - "Vincere due trofei su quattro porta a una grande stagione e va celebrata".

FINE ANNO - "Prima di tutto portiamo a casa scudetto. Poi ci rimangono cinque partite importanti, dove la Juventus deve giocare per fare belle prestazioni e risultati, non possiamo andare in giro a fare figuracce. Domani deve essere giornata celebrativa nel caso in cui si dovesse vincere".

INFORTUNI - "Da qui avremo infortunati certi. Perin, tre mesi fuori. Khedira, tre mesi e poi riprenderà preparazione. Mandzukic, difficilmente ci sarà prima della fine della stagione. Dybala, se va bene 15 giorni fuori. Caceres, dieci giorni. Douglas Costa, se va bene dieci giorni fuori. Chiellini, forse torna con l'Inter. Barzagli, si sta riprendendo".

ASPETTATIVE - "Si può dire tutto e il contrario di tutto. L'arrivo di Ronaldo non è matematico, il calcio non è una scienza esatta. In questi giorni sto imparando molto, tanti spiegano il calcio, io prendo nota di tutti e poi l'anno prossimo se dovessimo arrivare ai quarti potrà rileggere quello che è stato detto e scritto. Importante ascoltare quelli che spiegano il calcio. La Juventus gioca tutti gli anni per provare a vincere tutto, in Champions abbiamo giocato, abbiamo perso, siamo tornati a casa".

RONALDO - "Ha fatto una stagione straordinaria, domani giocherà".

CANCELO - "E' un giocatore importante, sta a lui cercare di migliorare, dipende esclusivamente da lui".

PAURA - "Chiacchierare ora della Champions non serve più, è finita, basta. Il risultato qual è? Siamo andati a casa. Quello che è stato scritto di Ronaldo, conferma che Ronaldo+Juventus non è Champions sicura. Il Barcellona quest'anno dopo quattro anni gioca una semifinale, eppure loro hanno Messi, nel calcio ci sono tanti componenti. Con l'Ajax abbiamo subito un tiro dopo 34 minuti che finiva chissà dove e invece è andato tra i piedi di uno che ha fatto gol...".

BEL GIOCO - "Non mi arrabbio sul bel gioco, rifletto sempre su quello che penso. Noi martedì abbiamo fatto partita migliore di Amsterdam, però le quattro palle perse in ripartenza da polli ha fatto sì che l'Ajax sembrasse più forte dell'andata quando invece aveva giocato meglio. La partita di martedì è stata migliore di quella di Amsterdam".

RIFLESSIONI - "Per curiosità dopo la partita ho riguardato due volte la partita e mi ha riconfermato quello che avevo visto dalla panchina. Devo valutare l'annata con molta lucidità e distacco, bisogna essere lucidi e cinici nel valutare stagione e giocatori. Non è che c'è da fare tantissime cose. Un risultato negativo non cambia il lavoro fatto, io dico che è stato fatto un grande lavoro".

PREPARAZIONE - "Non scordiamoci che abbiamo giocato una Coppa Italia a Bergamo con Bonucci infortunato, Barzagli infortunato, Chiellini che è uscito dopo 10 minuti, Benatia aveva chiesto di andar via e dai primi di dicembre al 31 gennaio non è più voluto scendere in campo. Ad Amsterdam con Chiellini, Barzagli, Caceres out e con Bonucci problema al flessore...che devi fare? Giochi. A Berlino si ferma Chiellini in settimana, Barzagli aveva giocato strappato... In Champions devi avere bravura e fortuna che vada tutto liscio".

INFORTUNI BIS - "Tutti gli anni facciamo un'analisi con lo staff, nell'ambito di un'annata che va in un certo modo o in un altro modo. Emre Can, Cuadrado, Khedira, Douglas Costa, Mandzukic che giocava in condizioni non ottimali...ai ragazzi non c'è da rimproverare nulla, devono essere orgogliosi di quello che hanno fatto. Siamo vicini a un traguardo storico che è l'ottavo scudetto, io sono orgoglioso e felice di questi cinque anni".

FORMAZIONE - "Giocherà formazione migliore perché c'è da conquistare lo scudetto. A Ferrara abbiamo perso la possibilità di farcela a 12-13 minuti dalla fine".

COMPETITIVITA' SERIE A - "Ora è così, un mese fa sembrava che il calcio italiano all'improvviso fosse risolto e non aveva più problemi. E' tutta una questione mentale nella crescita dei giovani".

RONALDO BIS - "Ronaldo è il futuro della Juventus, ha fatto benissimo quest'anno e faràbenissimo l'anno prossimo".

RITIRO - "Oggi si va in ritiro, sperando che sia l'ultimo dell'anno".

FORMAZIONE - "Intanto abbiamo un giocatore in più ed è Cuadrado, partirà titolare".