Calciomercato.com

Juve, Allegri: 'Derby partita speciale, Bonucci out. Scudetto? Quasi impossibile. Sulla Champions...'

Juve, Allegri: 'Derby partita speciale, Bonucci out. Scudetto? Quasi impossibile. Sulla Champions...'

  • Nicola Balice, inviato a Torino
Vigilia di derby. Una partita fondamentale per la rincorsa Champions della Juve, proprio a pochi giorni dalla trasferta europea sul campo del Villarreal. Così Max Allegri presenta il match facendo il punto sull'attuale momento della formazione bianconera.

DERBY - "Sempre partita speciale. Giochiamo contro un Torino che ha un'anima Toro, è stato bravissimo Juric a ricreare il vero DNA della squadra. Da quel che mi hanno detto ci sarà il soldout per quelli che sono gli ingressi costituiti. Terza partita con squadre che giocano allo stesso modo, speriamo di aver imparato qualcosa dalle prime due (Verona e Atalanta, ndr)".

ATALANTA - "Cambi tardivi? La squadra stava facendo bene, abbiamo subito gol in una situazione favorevole per noi. Guardiamo bicchiere mezzo pieno, anzi pieno. Siamo rimasti davanti all'Atalanta, continuiamo il nostro percorso, quelle partite giocate in quel modo lì poi rischi anche di perderle. Non ci accontentiamo del pari però, diventa buono come risultato solo se vinciamo il derby. Sembra quando pareggi che hai perso punti, ma alla fine del campionato poi non è così, bastava aver pareggiato con Empoli e Sassuolo e la classifica sarebbe diversa. Non puoi sempre vincere, anche il punto è importante"

BREMER - "Non mi fate dare giudizi sugli altri giocatori. Capello mi ha insegnato che Redondo non gli piaceva, poi è arrivato al Real Madrid e giocava sempre, il giudizio cambia quando si allenano i giocatori"

BONUCCI - "Risentimento al polpaccio, non ci sarà e cerchiamo di recuperarlo per martedì"

BERNARDESCHI - "Non è pronto, infiammazione all'adduttore"

DIFESA - "Danilo squalificato, assente anche Chiellini, chi gioca? Zakaria? Potrebbe..."

CUADRADO - "Gioca terzino"

SANABRIA O BELOTTI - "Non sono io che faccio la loro formazione, chiedete a Juric, magari li mette entrambi"

KEAN - "Vediamo, sta bene, è entrato bene a Bergamo. Sono contento di lui come di tutti, importante sarà affrontare partita con equilibrio"

PELLEGRINI - "Sono molto contento di lui, aveva mercato ma è voluto rimanere e si è ritagliato il suo spazio. Ora sta meglio, giocatore affidabile"

ANIMA JUVE - "Sono stati messi da parte gli obiettivi personali, ora stiamo insieme da mesi e ci conosciamo meglio. C'è entusiasmo, c'è voglia di vincere anche se in campionato sarà difficile, anzi quasi impossibile"

JURIC - "Allenatore bravo, non c'è solo un metodo per vincere e dipende in che società sei. Penso che il Torino abbia fatto un'ottima scelta con Juric, per caratteristiche tecniche e caratteriali"

MORATA - "Sta facendo...discutere Morata tecnicamente è follia pura. Ora parlare di mercato non serve, ora è tempo di affrontare i prossimi tre mesi restando tutti concentrati"

CENTROCAMPO - "I dubbi? Uno tra Arthur e Locatelli, uno tra Zak e McKennie. Zakaria momentaneamente resterà interno, per giocare al centro è più facile per lui a due"

CHAMPIONS - "Inter ha fatto buona partita contro una squadra con più esperienza. La Champions è cambiata, aver tolto il vantaggio del gol in trasferta può cambiare. Nessuno deve non avere l'ambizione per vincere la Champions"

CLIMA - "Ho abbastanza amici e conoscenti granata che mi stanno stuzzicando, hanno una grande passione. Ma sempre nei limiti dell'educazione del rispetto"

STATISTICA - "I derby non sono mai sbilanciati, il Toro gioca sempre con cuore e tecnica, sono sempre partite bellissime. Arrivano da due sconfitte immeritate". 

 

Altre notizie