62

A piccoli passi la Juve si avvicina al nono scudetto di fila, il primo dell'era Sarri. Quando mancano sei giornata, sono ora otto i punti di vantaggio sulla seconda. E alla vigilia del match con il Sassuolo, così Maurizio Sarri fa il punto della situazione in casa Juve. 



SASSUOLO - “Al di là dell’entusiasmo può pesare il fatto che il Sassuolo è una di quelle squadre che ha preso la strada dell’Atalanta. Ci deve essere entusiasmo anche da parte nostra, dobbiamo essere alla pari a livello di motivazioni. Non si fanno remore contro una grande, vanno avanti per la loro strada”

DE ZERBI - “Ognuno fa il calcio che può e deve fare, altrimenti diventi allenatore di te stesso. Lui è allenatore che dona impronta alle proprie squadre, ha idee, tra i giovani mi sembra il più interessante. Mi assomiglia? Non so, ognuno è figlio della propria esperienza”

SCUDETTO - “Quesro scudetto non è scontato, è ancora da soffrire, da vincere. Non penso che qualcuno sia così superficiale da darlo per scontato, nello sport il risultato scontato non esiste nella maniera più assoluta. All’esterno non lo so, mi isolo dalla critica e non entrerò mai in un social per scelta di vita”

DEMIRAL - “Sta come un ragazzo che rientra da operazione al crociato”

GOL - “La squadra ha segnato 17 gol in 6 partite, anche se non segnano i centrocampisti non mi sembra quella della fase realizzativa un problema”

PJANIC - “Esclusione precauzionale, un affaticamento all’adduttore gestito con il riposo”

BONUCCI - “Ha preso un colpo, vedremo come sta”

GOL SUBITI - “La stagione è questa per tutti, non si è mia segnato tanto come in questa fase in serie A. Dopo il lockdown abbiamo fatto diverse partite senza subire gol, quello col Milan non li voglio nemmeno prendere in considerazione. Dobbiamo essere ordinati”

CHIELLINI - “Si tratta di uno dei grandi rimpianti di questa stagione. Adesso si allena in gruppo da qualche giorno, sta meglio ma non penso sia in grado di giocare per novanta minuti”

TURNOVER - “Tra infortuni e squalifiche abbiamo sempre potuto limitare le rotazioni, ora spero che questa situazione possa cambiare”