40
Riccardo Orsolini ha vissuto una stagione da protagonista. Segna, fa segnare, è il leader di un Bologna che con Sinisa Mihajlovic prima dello stop aveva trovato identità e punti pesanti, anche grazie all'esterno che si è dimostrato pronto al grande salto: la Juventus ha creduto in lui ai tempi di Ascoli, ci ha investito prima di mandarlo all'Atalanta poi proprio al Bologna, la sua cessione è stata a titolo definitivo e per questo Walter Sabatini ne ha fatto una valutazione da 70 milioni chiaramente finalizzata al valorizzarlo, ma soprattutto a rendere noto la posizione del club rossoblù.

Ascolta "Juve, la promessa per Orsolini che non scatterà subito: cosa cambia in estate" su Spreaker.
LA PROMESSA E L'ESTATE - Tra voci di clausole di riacquisto e simili, il Bologna ha solo promesso ai tempi dell'acquisto di Orsolini di avvisare la Juventus in caso di cessione: un'occasione per rilanciare, una corsia preferenziale per il futuro ma adesso il piano estivo è cambiato. Se la strepitosa stagione di Riccardo aveva aperto alla possibilità di offerte di alto livello da luglio in avanti, c'è da fare i conti con due fattori: il Coronavirus rallenta gli investimenti dei club, ma soprattutto il Bologna non ha alcuna intenzione di perdere Orsolini e vuole tenerlo almeno per un altro anno. La volontà parte da Saputo, passa da Mihajlovic ed è gradita anche al ragazzo che vuole giocare da titolare per un altro anno a Bologna - dove si trova benissimo - anche in vista dell'Europeo, rinviato di 12 mesi e adesso tappa fondamentale per Orso che ci crede, giustamente. Alla Juve potrebbe avere molto meno spazio, a Bologna è un totem della squadra e sarà felice di esserlo ancora.