87
L'asse Torino-Parigi da anni è attivissimo sul mercato. Perché più volte la Juventus ha pescato dal PSG in termini di opportunità: ultimo in ordine di tempo è stato Rabiot a costo zero, prima ancora ci fu l'operazione Coman, mentre de Ligt è stato soffiato proprio ai parigini nel momento del cambio di dirigenza. Occasioni e colpi di scena, un'operazione sfiorata con De Sciglio al PSG alla fine del mercato estivo quando tutto è saltato in extremis ma si poteva fare davvero. Non finisce qui, perché ci sono tre nomi in ballo continuamente a livello di rumors tra Juve e Paris Saint-Germain.


TRE AFFARI E MBAPPE' - La situazione sta procedendo innanzitutto su binari differenti: la Juve non vorrebbe privarsi di De Sciglio a gennaio, il PSG però preme e con l'offerta giusta si può riaprire seriamente l'affare, Leonardo vorrebbe portarlo a Parigi anche tra un mese. Dipenderà dalla proposta così come dalla volontà del giocatore, mentre l'opportunità che piace di più ai bianconeri porta a Thomas Meunier, nettamente preferito a Kurzawa e in scadenza di contratto a giugno 2020: lavori in corso su questo fronte, la Juventus non ha ancora affondato ma il laterale belga piace molto. Totalmente ferma ogni idea che porta a Edinson Cavani, altro nome a scadenza emerso su cui la Juve è gelida. Tanti tifosi sognano per l'estate infine il colpo da novanta, ovvero Kylian Mbappé che è ritenuto intoccabile dal presidente Al Khelaifi in persona. Vuole rinnovare il suo contratto, non intende liberarlo e ad oggi per la Juve è un sogno impossibile. 

Ascolta "Juve-PSG, la verità su Mbappé e altre due operazioni di mercato" su Spreaker.