342
Juve in emergenza che parte bene, poi cala e infine regala letteralmente due gol al Napoli. Un punto in tre partite sono un ruolino di marcia che nemmeno il più pessimista avrebbe potuto pronosticare a inizio stagione. Bene Morata e Kulusevski, bene anche Locatelli e i centrali. Sono un disastro Szczesny e Rabiot, così come Kean. Queste le pagelle di Calciomercato.com.

Napoli-Juventus 2-1

Juventus 


Szczesny 4,5: il tiro di Insigne è telefonato, lui respinge male e permette a Politano di insaccare mentre Rabiot resta a guardare. Sul raddoppio ci mete pure una pezza o almeno ci prova, è pur fermo a guardare in area piccola.

De Sciglio 6: deve controllare Insigne, ci riesce con personalità. Sulla sinistra soffre un po' di più

Bonucci 6,5: la fisicità di Osimhen potrebbe mandarlo in difficoltà, se la cava con esperienza. 

Chiellini 6: difesa bassa e partita di sofferenza, sa come si fa.

Lu. Pellegrini 6: Politano è un osso duro, lui prende le misure minuto dopo minuto e accompagna anche l'azione con qualità, nella ripresa non ne ha più (12' st De Ligt 6: entra sull'1-1, se la Juve si schiaccia è costretto ad adattarsi).

Bernardeschi 5,5: prestazione ordinata per un tempo, va in sofferenza nella ripresa e ricomincia a sbagliare anche le cose più semplici.

McKennie 5,5: Allegri lo schiera mediano con licenza di inserirsi, lo fa con pericolosità ma spesso sbaglia l'ultimo tocco. Tutta un'altra cosa però rispetto all'Empoli, anche se pasticcia sempre un po' troppo (27' st Ramsey 6: recuperato in extremis, al piccolo trotto prova a mettere ordine)..

Locatelli 6,5: è forte, è molto forte. Ha letture con e senza palla, fisicità, qualità. Malizia ed esperienza arriveranno in fretta.

Rabiot 4,5: esterno sinistro, si adatta. Ancora una volta resta a guardare un avversario diretto in area più reattivo, dopo Mancuso ecco Politano. E salta a vuoto sul corner del 2-1. A testa bassa, si incaponisce e va sempre a sbattere contro il muro.

Kulusevski 6: gli manca il gol, ma tra le linee manda a spasso la retroguardia azzurra. Nella ripresa sparisce pure lui.

Morata 7: manda in tilt Manolas e tutta la difesa del Napoli, fa reparto da solo, gioca da leader. Non è una novità una prestazione del genere, la novità sarà riuscire a giocare in questo modo con continuità (37' st Kean 4,5: entra e regala al Napoli il gol del sorpasso, un debutto peggiore non poteva esserci).

All. Allegri 5,5: schiera una Juve che molto probabilmente non si rivedrà mai più, per un tempo tiene bene il campo poi non riesce più ad alzare la testa quando il Napoli aumenta la pressione. Anche se, stringi stringi, tutti i gol della partita sono dei regali: ma la Juve ne regala uno in più.