Ai microfoni de La Stampa, Isabella Kean, mamma dello juventino Moise, ha raccontato la situazione attuale e il suo lavoro per una cooperativa sociale ad Asti, dove si occupa di assistere le donne che arrivano in Italia con figli minorenni e senza un posto dove stare: "Voglio restituire l’aiuto ricevuto da me e dai miei figli in passato. Io e i miei figli. Abbiamo avuto bisogno di aiuto e io non lo dimentico. Voglio restituire. Sono felice e anche emozionata nel dare una mano in una città che mi è cara. C’è un proverbio che dice: ricordati da dove sei venuto”.

LAVORO - "Non in tutte le culture è capito, molti stranieri si spaventano, temono di essere sfruttati per lavori non pagati. Sarebbe bello invece che chi è arrivato qui e si è costruito una vita ci fosse per chi deve ricominciare da capo”.