142
Juventus-Novara 5-0

Juventus 

Szczesny s.v.: non deve fare alcuna parata, ma sbriga un paio di situazioni non semplici con i piedi (1' s.t. Buffon s.v.: vedi Szczesny).

Danilo 6: proseguono le prove da centrale, potrebbe essere una svolta ma deve ridurre le leggerezze (16' s.t. Rugani 6: quando entra il Novara non ne ha più, si piazza al centro facendo scalare Demiral a destra).

Bonucci 6: uomo in più quando la Juve imposta, per le prove di difesa si attende il campionato (1' s.t. Demiral 6: bentornato, prove da vice Bonucci per un quarto d'ora poi torna nel suo ruolo di centrale di destra) .

Chiellini 5,5: un paio di errori in fase di disimpegno, anche gravi. In marcatura la solita roccia, la difesa a tre aiuterà soprattutto lui (1' s.t. Pellegrini 6,5: ha voglia di tenersi un posto in questa Juve, si vede subito).

Cuadrado 6: l'anno da terzino puro gli è servito per completare l'evoluzione in esterno a tutta fascia, ha già gamba e sfiora il gol (16' s.t. Portanova 7: entra con un bel piglio, i due gol sono la conseguenza della voglia di fare bene).
Rabiot 6,5: parte sul centrodestra, prima scelta tra i mediani per far partire l'azione, paga solo in lucidità negli ultimi trenta metri (1' s.t. Bentancur 6: Pirlo prova le coppie, al fianco di Arthur il titolare è lui).

McKennie 6,5: buona la prima, doveva essere un motorino inesauribile con la missione di rubare più palloni possibili ed è apparso proprio così (1' s.t. Arthur 6: si nota poco ma sembra più colpa dell'evoluzione del match che non sua, con Kulusevski resta il colpo di mercato più interessante).

Alex Sandro 6: padrone della fascia sinistra per un tempo, prezioso per coprire le spalle anche a Ramsey, nella ripresa prende il posto e la fascia di capitano di Chiellini (16' s.t. De Sciglio 6: centrale di sinistra, ora è un'ultima scelta).

Ramsey 6: ora mezzala, ora trequartista, i movimenti ci sono già ma è ancora in ritardo di condizione. Come sempre d'altronde. Poi nella ripresa trova il guizzo vincente per il raddoppio che aggiusta una prestazione non troppo convincente (16' s.t. Nicolussi Caviglia 6: tra le linee, prova a farsi notare).

Kulusevski 7: con Ronaldo l'intesa è naturale al di là del valore modesto dell'avversario, acquisto di gennaio rimandato a settembre forse si è persa l'importanza del suo colpo sul mercato (1' st Douglas Costa 6: un bel cross per il gol di Ramsey ma anche qualche difficoltà nel trovare spazio per vie centrali).

Ronaldo 7: libero di andare dove vuole, quando vuole, come vuole. E così è il numero uno, da questa mossa comincia la vera era Pirlo (1' st Pjaca 6,5: qualche guizzo per dimostrare di essere pronto, il gol è una bella iniezione di fiducia).

All. Pirlo 6,5: ha già cambiato quello che poteva cambiare in così poco tempo, il Novara non è un test probante ma gli unici segnali che ci si poteva aspettare in fondo sono arrivati