51
Fabio Paratici, Chief Football Officer della Juventus, ha parlato a Sky, prima della gara di Champions contro il Ferencvaros, del rinnovo di Paulo Dybala: “È un discorso complicato e che non affronterei in questo momento, abbiamo una partita tra pochi minuti. Con Dybala siamo in ottimi rapporti, stiamo parlando sempre e stiamo affrontando il tema del rinnovo a livello giornaliero e settimanale. Se poi vanno abbassati i costi è un discorso più ampio, che riguarda tutto il mondo del lavoro e non solo il calcio”.

Morata è arrivato con una formula particolare. Cosa risponde al presidente dell'Atletico, che dice che se lo vorrete dovrete pagarlo?
"È arrivato con questa formula, che abbiamo attuato molto nell'ultimo mercato. Ma come noi altre squadre l'hanno adottata, perché è un momento particolare".

Preferirebbe vinceste voi e il Barcellona, oppure un risultato che tiene aperta la qualificazione ma che mette in difficoltà il Barcellona?
"Noi scegliamo di giocare la nostra partita al massimo della concentrazione, guardando a noi stessi. Poi alle undici guarderemo gli altri risultati".
Cosa si stavano dicendo Pirlo e Ronaldo nel pre-partita?
"Tra campioni si intendono bene, è un'intesa facile tra persone che condividono un certo status. C'è un bel rapporto: Pirlo ha un bel rapporto con tutti, ma con alcuni per questioni di status ed età è più semplice avere un buon rapporto. Credo che tra loro ci sia un'intesa abbastanza facile".

McKennie l'ha sorpresa?
"È un ragazzo esuberante e intelligente, è in Europa da diversi anni ed è abituato a un certo tipo di calcio. Abbiamo grandi aspettative su di lui: ha già un bel livello, ma ha grandi margini di miglioramento. La tattica, la professionalità che abbiamo in Italia è superiore a quella degli altri paesi da questo punto di vista. Poi ci vuole capacità di apprendimento da parte dei calciatori".