70
Gigi Buffon ha lasciato la Juve e ripartirà dal Parma. Ma se la telenovela Gigio Donnarumma si è conclusa anche (o soprattutto) a causa della mancata cessione di Wojciech Szczesny, la caccia al portiere in casa Juve prosegue per quel che riguarda il ruolo di dodicesimo. Tanti i nomi sul tavolo, determinante sarà la parola di Claudio Filippi, molto più che un semplice preparatore dei portieri, anche qualcosa di simile a un capo-osservatore per il ruolo dell'estremo difensore. Il profilo, anche per tutelare lo stesso Szczesny, sembra essere quello di un portiere di esperienza ma non ingombrante, che sappia farsi trovare pronto senza creare un reale dualismo con il titolare.

SPUNTA DIEGO ALVES - Destinato alla cessione Mattia Perin, a un anno dalla scadenza del contratto e con ingaggio pesante, può anche restare al Genoa ma ci sono varie opzioni sul tavolo suo e dell'agente Alessandro Lucci. Complessa l'ipotesa Salvatore Sirigu, sempre legata più a questioni di lista che non di campo l'ipotesi Mirante che sembra piuttosto vicino invece al Torino, non è decollata l'idea Audero. Prima dell'addio di Fabio Paratici erano stato approfonditi i discorsi con Sergio Romero, portiere argentino che conosce il campionato italiano, è in uscita dal Manchester United e continua a essere tenuto in seria considerazione. Mentre negli scorsi giorni è tornata di attualità anche una carta che conduce in Brasile. Si tratta di quella che conduce a Diego Alves, classe 1985 del Flamengo ma con una lunga militanza in Liga tra Almeria e soprattutto Valencia. Segni particolari: comunitario. Che non guasta di sicuro. Tante opzioni, tante opportunità, anche altre sono in fase di valutazione. Ma occhio a Diego Alves e Romero, per il vice-Szczesny potrebbe diventare un grande clasico.