63
Andrea Pirlo ha avuto e avrà un'importanza centrale nelle scelte della Juventus. Una linea molto chiara nello stile del mercato bianconero da anni, valida anche per il nuovo allenatore che in estate e in vista di gennaio è stato molto deciso e in linea con i dirigenti su diverse scelte: giocatori bloccati perché si può fare a meno di venderli, soprattutto in sconto o in prestito in alcuni casi. Niente di tutto questo, proviamo a rivalutarli: questo lo spirito di Pirlo molto apprezzato in ambiente bianconero.

Ascolta "Juve, Pirlo blocca tre giocatori e ogni tipo di offerta: la sua firma su questi affari 'saltati'" su Spreaker.
I TRE 'BLOCCATI' - In primis, Pirlo ha fermato l'ipotesi di scambi per Adrien Rabiot che è convinto possa esprimere tutto il suo potenziale e molto di più rispetto a quanto visto finora. L'allenatore stravede per il francese e lo sta seguendo anche sotto l'aspetto caratteriale oltre che tecnico, niente via libera alla Premier perché Rabiot non si svende. C'è la firma di Pirlo su questa scelta fatta con i dirigenti come per Merih Demiral, rifiutata un'offerta monstre dal Leicester pur di blindare il turco che si sta rivelando fondamentale per la Juventus. La stima del club è totale da anni, Paratici lo ha scoperto e Pirlo vuole tenerselo stretto. Come ha rivalutato Danilo, i sondaggi sul mercato per il brasiliano non sono mancati ma i bianconeri lo hanno tenuto volentieri. Perché adattabile alla difesa a tre o a quattro, idea di Pirlo. Approvata, ad oggi vincente.