211
E sono tre. Sami Khedira è il terzo giocatore della Juventus infortunatosi in altrettante amichevoli. Prima di lui, che si è fermato per un problema muscolare durante la partita contro il Marsiglia, era toccato a Barzagli, nella prima uscita della nuova stagione contro il Borussia Dortmund, e Chiellini, col Lechia Danzica. Se però in difesa Massimiliano Allegri può contare su alternative di primo livello come Caceres e Rugani, che si giocheranno il secondo posto da titolare al fianco di Bonucci per la Supercoppa italiana di Pechino, a centrocampo la coperta è sempre più corta, dopo le partenze di Pirlo e Vidal. E così, in attesa di capire l'entità dell'infortunio del tedesco (si parla di almeno 40 giorni di stop), i bianconeri sono pronti a tornare sul mercato. I nomi sull'agenda di Beppe Marotta e Fabio Paratici sono quelli di due giocatori già cercati in passato: Axel Witsel e Fredy Guarin.

OBIETTIVO BIANCOROSSONERO - Vecchio pallino sia dei dirigenti della Juve che di Allegri, che lo voleva come rinforzo per il centrocampo nella sua seconda stagione al Milan, con il centrocampista belga dello Zenit la Juve aveva già allacciato dei contatti a inizio mercato. La pista si è poi raffreddata, con la Juventus che si è messa alla caccia di un trequartista ma ora, secondo il Corriere dello Sport, Witsel è tornato nei pensieri della Vecchia Signora. Al Milan, che ha nell'ex Benfica il primo obiettivo per il centrocampo, i russi hanno chiesto circa 35 milioni di euro: i bianconeri sono pronti a offrirne circa 20 più bonus.
VECCHIA STORIA - L'alternativa a Witsel, secondo La Gazzetta della Sport, è Fredy Guarin. Il colombiano è stato molto vicino alla Juventus un anno e mezzo fa, quando all'ultimo saltò lo scambio con Mirko Vucinic. Con l'arrivo di Kondogbia e quello sempre più probabile di Felipe Melo, ci dovrà essere qualche uscita dal centrocampo nerazzurro. Kovacic e Hernanes hanno fatto bene in questo precampionato e così il Guaro non è considerato incedibile. Possibile un sondaggio nei prossimi giorni.