Commenta per primo

Il primo posto in classifica, l'imbattibilità, gli elogi unanimi non distolgono la Juventus dal pensiero di un "ritocchino" di mercato a gennaio volto a rafforzare la rosa a centrocampo. Tra le candidature "indigene" di Montolivo e Palombo cresce l'ipotesi di un'operazione in Brasile che riguardi il 22enne Romulo Borges Monteiro, mediano di qualità del Vasco da Gama. E intanto, per il 2012/13, si lavora per un grande colpo: Leandro Damiao.

 

 

L'agente del nuovo gioiello dell'Internacional Porto Alegre, Vinicius Prates, ha già avuto colloqui con il diesse bianconero Fabio Paratici per discutere di un trasferimento in Italia la prossima estate. L'operazione non si presenta certo agevole per costi e concorrenza. Sul 23enne attaccante brasiliano si stanno muovendo anche il Barcellona e l'Inter e il prezzo del suo cartellino sta pericolosamente lievitando: per mettere le mani su Damiao serviranno almeno 25 milioni di euro, quotazione onerosa per chi, come la Juve, deve stare molto attenta al bilanci.

Molto più possibile l'altra missione brasiliana, quella riguardante Romulo. Il Vasco da Gama ha chiesto 6 milioni, la Juventus ne offre 4, tra i 4,5 e i 5 si potrebbe trovare l'accordo sempre che i torinesi non decidano di scegliere la via italiana: e in questo senso, il favorito per vestire la maglia bianconera rimane Riccardo Montolivo, spinto verso la Signora anche dal suo procuratore Giovanni Branchini. C'è da convincere la Fiorentina, che anche nella giornata di mercoledì, tramite le parole del ds Pantaleo Corvino, ha ribadito di volere trattenere il bergamasco fino a fine stagione, alla scadenza naturale del contratto. Chissà che un assist anche in vista della prossima estate (la Fiorentina vorrebbe Quagliarella) possa fare cambiare idea ai dirigenti viola.