Domenica Juventus-Sassuolo sarà anche un inedito scontro al vertice. Juve a punteggio pieno, Sassuolo subito dietro a quota sette punti. Ma la vicinanza tra i due club, ovviamente, è solo marginale guardando alla classifica. Sempre più intensi i rapporti tra le società, con il Sassuolo che negli anni è riuscito ad affrancarsi da quella definizione riduttiva di semplice “club satellite” della Juve: c'è una sinergia reale, uno scambio continuo sotto ogni punto di vista. Non solo: quella di Sassuolo non è più “solo” una piazza dove mandare a far crescere i giovani di proprietà della Juve. Ma una società in grado di andare ad acquistare talenti in rampa di lancio dai bianconeri per farli propri: investimenti importanti che possano portare dividendi nel medio-lungo periodo, con la Juve che avrà in ogni caso un canale privilegiato nel caso decidesse di mantenere nella propria orbita i giocatori in questione. Accordi già formalizzati come nel caso di Magnani, o sulla parola come per gli affari conclusi nelle sessioni di mercato precedenti.

20 MILIONI DI MOTIVI Negli ultimi dodici mesi, o poco più, sono oltre 20 i milioni che il Sassuolo ha investito sul mercato andando a pescare in casa Juve.
In rigoroso ordine cronologico, nell'estate del 2017 è stato Francesco Cassata a passare in neroverde al termine di un'operazione da circa 7 milioni di euro. A gennaio il Sassuolo ha poi riscattato Pol Lirola per altri 7 milioni di euro, andando ad acquistare anche l'esterno mancino classe '99 Alessandro Tripaldelli per 1,5 milioni di euro. Tre giocatori dal futuro assicurato, per i quali la Juve ha acconsentito alla cessione in cambio di una ricca plusvalenza e di un patto tra gentiluomini che possa valere come diritto di riacquisto “ufficioso”. Quello che invece il regolamento ha permesso di mettere nero su bianco per Gian Giacomo Magnani, rivelazione di questo inizio di campionato: circa 5 milioni alla Juve, che potrà riacquistarlo per 12 milioni in futuro. Il prossimo? Forse proprio quel Rogerio tornato ancora una volta in prestito al Sassuolo: già avviati i contatti per una nuova operazione da definire a gennaio, sempre con quella modalità che sta rafforzando un'intesa da sempre speciale.