97
Mai sosta autunnale poteva essere più benedetta per la Juventus. Mai pausa invernale poteva essere più agognata. Non giocare è la cura migliore per una squadra malata. Più che “stare zitti e lavorare”, slogan di Allegri e Landucci, meglio “sparire”. Togliersi dai riflettori e riflettere, evitare il rito penoso delle scuse a centrocampo, e, soprattutto, le giustificazioni per le assenze. Una squadra degna di questo nome con gli infortuni ci convive oppure quando diventano a due cifre, in un mese o poco più, si fa qualche domanda. La principale è: “Siamo sicuri che sia tutta colpa del fato”? E poi: “Non c'entrano nulla la preparazione (scarsa o sbagliata), non c'entrano gli acquisti di campioni “strausati”? “Non c'entra nulla il nutrizionista”? Infatti sembra che non ci sia...

CONTINUA A LEGGERE SU ILBIANCONERO.COM