Commenta per primo

E' cambiato il tecnico (Conte), è arrivato un regista pluridecorato  (Pirlo) e forse arriverà una stella sudamericana (Aguero), ma resta il vecchio problema degli esuberi. Il dissennato mercato delle scorse stagioni ha lasciato strascichi pesanti, ma davanti alla prospettiva di svendere alcuni elementi della rosa si dovrebbe forse fare un saggio dietrofront.

Si sa che vendere è assai più complicato che comprare, soprattutto nei top club che garantiscono alti ingaggi e surplus vari. Quindi gli 'esuberi' bianconeri sono difficili da piazzare per tutta una serie di ragioni, proviamo ad elencarle

Amauri Carvalho: E' rinato a Parma, ma è un top player solo per l'ingaggio (4,2 milioni di euro). Il suo contratto scade nel 2012 chi puo investire tanto su un ragazzo di 31 anni?
Genoa, Palermo, Napoli e Bologna lo prenderebbero pure, ma indovinate metà dell'ingaggio a chi spetterebbe?

Felipe Melo: Va per i 28 anni, difficile sperare che maturi. E' un buon mediano, ma non vale i soldi spesi dalla Juve nel 2009 e soprattutto ha un ingaggio troppo elevato per gli standard italiani (2,6 a stagione). Potrebbe rientrare in qualche scambio o piazzarsi in Spagna (Malaga o Villarreal) sperando di evitare la lunga telenovela che riguardo' il portoghese Tiago

Iaquinta Vincenzo: Non è più giovanissimo, ha avuto un sacco di infortuni e percepisce uno stipendio da top player (2,5). Ha mercato solo nel ricco est Europa, ma forse meriterebbe un'altra chance. Siamo cosi' sicuri che Quagliarella e Matri siamo più forti di uno Iaquinta al 100%?
 
Martinez Jorge: A Catania faceva sfraceli, nel primo anno bianconero solo delusioni ed infortuni. Si parla di un prestito alla Fiorentina, ma l'alto ingaggio chi lo paga (1,5 milioni)?

Motta Marco: Ha fallito praticamente ovunque, nonostante i vecchi fasti con la nazionale U21. Un incompiuto, un po' come il quasi coetaneo De Silvestri. La Juve ha ora un terzino destro di valore (Lichtsteiner) e quindi preferisce metterlo sul mercato. Con queste prospettive chi puo' prenderlo? Secondo alcuni media potrebbe rientrare nell'affare Aguero, speriamo che l'Atletico ci caschi!

Sissoko Momo: Stagione ricca di infortuni e mugugni. Contratto fino al 2013 a 2,2 milioni a stagione. Troppo per la gran parte dei club medi italiani e stranieri. Resta il ricco Psg guidato da Leonardo e forse il Marsiglia. Difficile recuperare più di 6-7 milioni, sembrava uno adatto al calcio di Conte, evidentemente il tecnico pugliese ha altri obiettivi.


Quindi se non è possibile vendere bene, ci chiediamo, non sarebbe meglio affidare a Conte la sfida di rilanciare questi calciatori limitando le cessioni ai giocatori di profilo minore?