47
The Best, il migliore, ancora una volta. A 39 anni e 9 mesi di età, Gigi Buffon si porta a casa il premio Fifa come miglior portiere della scorsa stagione. L’ennesimo riconoscimento in carriera, bagnato dalle lacrime commosse di un campione straordinario, non cancella tuttavia una necessità mai così impellente in casa Juventus. Già, come si sostituisce il migliore?L’urgenza di trovare un numero uno, dopo i 17 anni del Buffon bianconero, rappresenta un’assoluta novità per il club campione d’Italia. Rassicurato dalla presenza talvolta salvifica del proprio estremo difensore - passato attraverso cadute e continue rinascite, la Serie B e le finali di Champions League, i settimi posti e i sei scudetti consecutivi - la Juve non si era mai posta il problema di trovarne l’erede o il sostituto (com’erano stati in tempi diversi Abbiati e Storari, ma sempre in via temporanea). 633 presenze più tardi, il viaggio del Superman juventino è giunto al termine, con una voragine immensa da colmare. 

CONTINUA A LEGGERE SU ILBIANCONERO.COM