156
Esonerare due allenatori al termine di due campionati vinti non rappresenta una (doppia) decisione facile da prendere. E come tutte le scelte difficili, anche queste hanno lasciato scorie significative. Proprio perché completamente diverse. Mandare via Max Allegri per accogliere Maurizio Sarri è stata una decisione presa dall'area sportiva, accettata (o digerita) più che condivisa da Andrea Agnelli che non a caso aveva lasciato oneri e onori a Fabio Paratici anche pubblicamente. Mandare via Maurizio Sarri per Andrea Pirlo segue invece un processo completamente diverso: doppia decisione presidenziale, prima l'esonero, poi dopo aver bocciato anche al termine di colloqui diretti le proposte di Paratici è arrivata la svolta Pirlo nonostante il dirigente a quel punto preferisse confermare la fiducia a Sarri. Da qui nasce la delusione, il nervosismo di un Paratici superato, quasi esautorato e pronto a essere sorpassato in grado da Federico Cherubini. Ma in tutto questo, Pavel Nedved?

LEGGI TUTTO SU ILBIANCONERO.COM