43
Come possa essere il prossimo mercato, ancora, nessuno lo sa. Quanta disponibilità economica ci sarà, quanta fantasia sarà necessaria, quanto influiranno sotto ogni punto di vista i giochi di incastro degli scambi. Meglio sviluppare tutta una serie di piani alternativi a tutti gli obiettivi primari. Prendiamo la Juve: anche in questa stagione l'obiettivo numero uno resta Paul Pogba, non solo più un sogno ma un obiettivo vero e proprio. Complicata, per questioni economiche e concorrenza. Ma non impossibile. Restano però tutta una serie di piste alternative, appunto. Una è quella legata ad Houssem Aouar, che proprio contro la Juve ha confermato tutto il proprio talento con la maglia del Lione. Un'altra è figlia degli ultimi giorni, porta diretta ad Amsterdam a un altro giocatore che ha saputo già fare male (e molto) alla Juve: è Donny Van de Beek.
LA SITUAZIONE – Il centrocampista olandese fa parte della scuderia di talenti che ha accettato di restare un anno in più all'Ajax dopo gli exploit della passata stagione. Incursione tutto corsa e tecnica, anche trequartista all'occorrenza, per caratteristiche qualcosa di molto simile a ciò che manca alla Juve. Accostato a più riprese al Real Madrid, anche mezza Premier si è mossa su Van de Beek in questi mesi, sarà pure questa una corsa complicata da vincere. Ma con prezzi e valutazioni completamente diversi da quelli che accompagneranno il tormentone Pogba. Con la Juve intenzionata in ogni caso a mettere a segno due colpi a centrocampo, considerando anche la pista parallela che conduce a Sandro Tonali, su cui c'è tutta l'Europa che conta e in particolar modo l'Inter a tentare di rompere le uova nel paniere bianconero. Intanto sull'asse Torino-Amsterdam sono ripresi i contatti, c'è Van de Beek da corteggiare, grazie anche a uno sponsor d'eccezione come Matthijs de Ligt pronto a metterci un'ottima parola per convincere l'ex compagno di squadra a raggiungerlo in bianconero.