208
L'estate 2022 sarà ricordata per la Juventus come quella delle grandi manovre di mercato, della rivoluzione tecnica e progettuale che sta portando tanti degli attuali protagonisti a dire addio (molti a parametro zero) e che costringerà l'area sportiva del club a completare numerosi acquisti per garantire a Massimiliano Allegri una rosa competitiva. L'attacco sarà il reparto che subirà i maggiori cambiamenti, ma oggi anche il pacchetto difensivo non vive di grandi certezze per il futuro.

SOLO UNA CERTEZZA - L'unica vera sicurezza, infatti, è rappresentata dal futuro capitano Leonardo Bonucci. Il centrale italiano sarà il perno attorno a cui si costruirà la difesa della prossima stagione dato che il compagno storico, Giorgio Chiellini si svincolerà per provare un'esperienza in MLS. Accanto a lui potrebbe esserci Matthijs De Ligt, ma vi abbiamo racconato come i discorsi per rinnovare il suo contratto avviati con l'avvocatessa dell'agenzia di Raiola, Rafaela Pimenta, non escludono a prescindere l'addio, anzi, la richiesta di abbassare la clausola rescissoria oggi di 125 milioni aiuterebbe i club interessati (Chelsea e Liverpool su tutti). Infine c'è Daniele Rugani che, anche quest'estate, è più lontano dalla permanenza a Torino che all'addio, ma per cui resta il problema di un ingaggio da 3 milioni di euro difficile da gestire per chi lo vuole acquistare.
5 NOMI PER UN DOPPIO COLPO - A conti fatti, per Massimiliano Allegri, in vista della prossima stagione servirà sicuramente un colpo di massimo livello e affidabilità, ma potrebbe non bastare perché il solo Gatti (tra l'altro utilizzabile come contropartita in diverse trattativ) non rappresenterebbe un'alternativa in caso di tripla partenza. Oggi la Juventus è in corsa per 5 nomi, ma per cui ancora non ha affondato il colpo. Vi abbiamo raccontato per primi dell'interesse per Badiashile del Monaco, ma la richiesta economica è molto alta e lo stesso discorso vale anche per Akanji del Borussia Dortmund. Più percorribili perché in entrambe le operazioni si potrebbero sfruttare sia contropartite che pagamenti dilazionati sono le piste che portano a Milenkovic della Fiorentina (a cui la Juve dovrà iniziare a versare le prime rate per Vlahovic e Chiesa) e a Bremer del Torino (su cui però c'è in vantaggio l'Inter). Infine c'è il nome di Francesco Acerbi che per caratteristiche ricalca il profilo di Chiellini, ma che al momento vede la Juventus fredda soprattutto per un discorso di età. E' stato proposto, potrebbe essere scambiato per Rugani, ma ad oggi non è una priorità. 5 nomi per un doppio colpo, la Juventus lavora al futuro della propria difesa.