108
Altro che ‘Scansuolo’
 Chi si aspettava una vittoria facile facile da parte della Juventus in casa degli “amici” del Sassuolo è stato fortemente smentito, nonostante l’avvio della partita a senso unico a favore dei bianconeri avesse sicuramente già fatto partire l’ondata di indignazione degli anti-juventini pronti a cercare sempre qualsiasi argomento e contesto per sminuire le vittorie della Vecchia Signora.
Come giusto che sia, (e come d’altronde è sempre stato anche in passato) nonostante i buonissimi rapporti tra le società (vedi gli affari Peluso, Lirola, Rogerio e Demiral degli anni passati e quelli possibili futuri) e nonostante la squadra di De Zerbi non abbia praticamente più nulla da dire in termini di obiettivi nel torneo, è stata gara vera.
 
Avvio bianconero poi super Szczesny!
 
Due assist di Pjanic (il secondo davvero sontuoso) per Danilo e Higuain hanno portato subito in avvio la squadra di Sarri sul doppio vantaggio.
Ma come già successo a San Siro contro il Milan, la squadra bianconera è stata incapace di gestire la gara e mantenere il risultato a proprio favore fino alla fine.
Djuricic, Berardi e Caputo hanno clamorosamente ribaltato il risultato della sfida anche grazie ai clamorosi errori difensivi bianconeri (su tutti quello di Bentancur in occasione del gol del pareggio del Sassuolo) su cui un super Szczesny ha provato, nei limiti del possibile, a mettere una toppa e anche più.
Il gol del pareggio di Alex Sandro ha sicuramente regalato un punto importante per i bianconeri ma l’amarezza a di aver gettato via (almeno sulla carta) due punti forse decisivi sicuramente è rimasta nonostante sul campo il Sassuolo non meritasse assolutamente la sconfitta. Anzi.
 
Che gioielli De Zerbi ma l’asse Sassuolo-Torino è caldo per un nuovo obiettivo bianconero
 
La squadra di De Zerbi ha disputato davvero una partita di livello mettendo in mostra molti degli uomini mercato dell’ultimo periodo (Boga, Berardi, Locatelli, Caputo), alcuni dei quali negli ultimi giorni sono stati accostati dalla carta stampata anche addirittura alla Juventus.
Sinceramente, come espresso in TV martedì sera negli studi romani di SportItalia, pur riconoscendo il rendimento dei calciatori del Sassuolo in questa stagione ed apprezzandone molto la crescita sotto la gestione di De Zerbi, se si esclude forse il nome di Boga, in questo momento gli altri potenziali candidati non sembrano obiettivi reali per la Juventus di Sarri, soprattutto non sembrano avere quelle caratteristiche da top player necessarie alla squadra bianconera per rinforzarsi in futuro.
Da indiscrezioni raccolte nel corso degli ultimi giorni, c’è invece un nome che risulta essere nella lista degli interessi della Juventus a centrocampo ed è quello di Marcos Antônio (classe 2000) dello Shakhtar Donetsk, promettente centrocampista brasiliano di interdizione, ottimo anche nella fase di costruzione del gioco. Sicuramente un calciatore da seguire ed attenzionare per il futuro.
Ma cosa centra il nome di Marcos Antônio con il Sassuolo?
Le intenzioni bianconere sarebbero quelle di continuare a monitorare il calciatore, portandolo poi in Italia (se promosso a pieni voti in tutte le relazioni degli osservatori) attraverso un “parcheggio” proprio a Sassuolo.
Un investimento per il futuro, che segue il progetto bianconero di ringiovanire la rosa e che passerebbe attraverso il consolidamento dei buoni rapporti tra le due società “amiche” che in campo però si sono sempre affrontate da avversari leali.
Altro che ‘Scansuolo’!
@stefanodiscreti