Calciomercato.com

Juvemania: Darmian-Chiesa, perché il Var non è intervenuto? Allegri può dire addio e Conte manda segnali

Juvemania: Darmian-Chiesa, perché il Var non è intervenuto? Allegri può dire addio e Conte manda segnali

  • Marcello Chirico
  • 151
Primo non prenderle. Un vecchio adagio che, ad un certo punto, è stato recitato all'unisono da Allegri e Inzaghi ed entrambi si sono accontentati del pari. Che a fine gara lo stesso Max ha ammesso di essere stato il risultato a cui puntava, e che mantiene la sua Juventus al 2° posto e in scia dell'Inter, che non è scappata. Un pareggio sostanzialmente giusto per quanto si è visto in campo e per quanto prodotto dalle due squadre.

Passiamo però a parlare di ciò su cui in tantissimi oggi preferiscono svicolare, perché - tanto per cambiare - è un episodio a sfavore della Juventus. Ovvero, proprio l'azione del gol del pareggio interista viziata da un fallo in avvio. Fallo che per tanti esegeti del VAR post partita e chi si occupa delle moviole sui giornali non esiste. Non c'è, se lo sono inventato gli juventini. Ma non è così, perché indipendentemente dal fatto che Darmian abbia dato una gomitata, un ceffone o solo un pizzicotto a Chiesa, l'intervento è falloso. A meno che il regolamento non sia stato cambiato in corsa per l'ennesima volta, come già accade ogni weekend per il protocollo VAR, visto che ad ogni giornata di campionato ne scopriamo sempre una nuova.



Non si può affermare, anche con fastidiosa arroganza, che non ci sia stato nulla, perché gli occhi per vedere ce li abbiamo tutti, e tanti di noi fanno anche uso di occhiali. Quindi, cari arbitri, evitate di prenderci in giro, facendoci passare per dei poveri pazzi obnubilati solo dal tifo, perché siamo tutt'altro che fessi e decisamente più in buona fede di voi che vi date sempre e solo ragione, anche quando l'errore è palese. Magari l'Inter avrebbe insistito e quel pareggio lo avrebbe trovato lo stesso, però quel gol andava annullato. E ci domandiamo ancora perché il super esperto varista Irrati non sia intervenuto.

Chiudiamo con la notizia circolata in queste ore riguardante il futuro della panchina bianconera, e secondo la quale Allegri a fine stagione potrebbe mollare per stanchezza. La possibilità è meno peregrina di quanto si pensi, anche se sarebbero poi da capire le modalità (Allegri non è uno che rescinda i contratti in essere), però va affiancata anche ai messaggi che da un po' di mesi Antonio Conte sta mandando alla Juve. Con la quale è in contatto, e proprio per questo non sta prendendo in considerazione altre opportunità. Situazione da monitorare da qui a giugno. Può capitare di tutto.

Altre notizie