204

La prima vittoria non si scorda mai
 
Juventus troppo brutta per essere vera. Ad un certo punto della partita contro lo Spezia alzi la mano chi tra i tifosi juventini non ha pensato a questa cosa.
Roba da mettersi le mani tra i capelli, soprattutto nel momento del salvataggio decisivo di Locatelli a Szczesny battuto; una vera Sliding Doors. Andare sotto 3-1 sarebbe stato davvero deprimente.
Ed invece, grazie soprattutto a quei giovani bistrattati da Allegri nei giorni passati, è arrivata finalmente la prima soffertissima vittoria in campionato.

Gioca a Magic e sfida i migliori fantallenatori nel fantatorneo Nazionale de La Gazzetta Dello Sport. In palio più di 1.000 premi. Attivati
 
Difesa cedevole
 
Ancora una volta in stagione non è bastato alla Vecchia Signora sbloccare il risultato sullo 0 a 0 per indirizzare la partita a suo favore in maniera tranquilla.
Al gol di Kean sono seguiti infatti subito il pari di Gyasi nel corso del primo tempo e poi quello di Antiste in apertura di ripresa a conferma di una difesa sempre più cedevole, che non garantisce più in alcun modo quella resistenza necessaria per arrivare sino in fondo a tutti gli obiettivi prefissati.
Bisogna dire grazie a Locatelli per aver evitato un’altra brutta figura in stagione alla squadra juventina, che probabilmente sarebbe stata anche peggiore delle precedenti.


Chiesa e De Ligt, largo ai giovani
 
Ma bisogna dire soprattutto grazie alla grinta di Chiesa e De Ligt che hanno avuto la forza e la bravura di ribaltare la partita a favore della Juventus.
Il goal del pareggio di Federico Chiesa ha rappresentato un punto di vera svolta nel corso della gara, una dimostrazione di carisma per tutti i compagni, un invito assolutamente a non mollare.
La zampata di De Ligt ha confermato invece l’importanza del giovane difensore olandese nell’equilibrio della squadra bianconera.
Proprio i due giovani più pizzicati da Allegri a cavallo della sfida contro il Milan hanno confermato, ancora una volta di più se mai ve ne fosse bisogno, che questa squadra non può fare assolutamente a meno di loro e se proprio c’è qualcuno e qualcosa da migliorare bisogna andarlo a cercare altrove.
Questa sofferta vittoria arriva nel momento giusto per provare a mettersi alle spalle la più brutta partenza della Juventus almeno degli ultimi 40 anni.
Che sia davvero di buon auspicio per riportare la squadra in una posizione più consona al valore della rosa.
@stefanodiscreti

Gioca a Magic e sfida i migliori fantallenatori nel fantatorneo Nazionale de La Gazzetta Dello Sport. In palio più di 1.000 premi. Attivati