87
Che volata! Siamo arrivati all’ultima giornata del girone di andata del campionato ed in vetta regna un equilibrio come non si vedeva ormai da anni, con un’appassionante sfida per il titolo d’inverno.
La Juventus in questi mesi ha visto assottigliarsi il margine di vantaggio nei confronti delle inseguitrici per una parte (la minore) di colpe sue e per l’altra (la maggiore) per gli evidenti meriti sportivi di Inter e Lazio che rispetto alla scorsa stagione stanno viaggiando a ritmi davvero pazzeschi e per certi versi anche inaspettati.
L’effetto Conte ha portato un entusiasmo dilagante a Milano mentre Simone Inzaghi sta indubbiamente disputando la sua migliore stagione da allenatore da quando ha iniziato la nuova carriera.
Dal canto suo Sarri invece non ha ancora trovato un’identità ben definita e la Juventus in questa prima parte di stagione si è affidata più alle giocate dei singoli che ad un gioco corale.
Vi sono ancora molte cose da risolvere e la concorrenza ritrovata non va assolutamente sottovalutata.
 
Effetto Champions - La squadra bianconera, che domenica sera affronterà la difficile trasferta all’Olimpico contro la rinnovata Roma di Fonseca, ha l’obbligo di provare l’allungo in campionato da qui a fine Febbraio perché con il ritorno della Champions League è quasi scontato che in Serie A sarà poi costretta a dei ragionevoli rallentamenti.
La grande differenza per la lotta scudetto tra le squadre coinvolte è infatti proprio questa.
L’Inter, retrocessa in Europa League, potrebbe addirittura scegliere di mollare o comunque snobbare totalmente la competizione europea puntando tutto sul campionato.
La Lazio invece dall’Europa League è già stata addirittura eliminata e quindi pur se dispone indubbiamente della rosa inferiore tra le tre contendenti potrebbe sfruttare al meglio questo vantaggio per recuperare almeno parte del Gap.
L’unica formazione allora che tra un po’ dovrà necessariamente sdoppiarsi tra Campionato e Champions League è proprio la Juventus di Sarri e per questo nei prossimi 50 giorni è chiamata a cercare in tutti i modi di allungare.
Non è tanto fondamentale chi e come vincerà il titolo di inverno domenica prossima.
La cosa davvero importante per la Vecchia Signora è arrivare a fine Febbraio, prima della gara di Champions contro il Lione e della seguente sfida scudetto contro l’Inter, con il maggior distacco possibile sulla seconda in classifica.
 
Ma l’Inter rischia davvero di più questa settimana? - A leggere i pronostici ed ascoltare le analisi in giro, questa settimana la squadra tra le tre di vetta ad avere l’impegno più difficile è l’Inter chiamata a confrontarsi con l’Atalanta delle meraviglie che ormai non può esser più considerata nemmeno una rivelazione.
Il rendimento della squadra di Gasperini nelle ultime partite è stato devastante ma Conte è uno stratega perfezionista che sicuramente non lascerà nulla al caso.
Non si può sottovalutare ovviamente nemmeno la difficoltà dell’impegno della Juventus che quest’anno all’Olimpico ha già subito una sonora sconfitta.
I bianconeri non si possono proprio permettere di sbagliare di nuovo nella capitale.
La Roma di Fonseca, pur se ridimensionata dalla sconfitta casalinga contro il Torino, sta facendo molto bene ed infatti in classifica occupa il quarto posto anche sopra all’Atalanta sopra citata.
Sulla carta l’impegno più semplice sembra esser quello della Lazio di Inzaghi contro il Napoli di Gattuso sempre più in crisi però se qualcuno ad inizio stagione ci avesse detto che alla diciannovesima giornata di serie A la Lazio si sarebbe trovata a contendere lo scudetto ad Inter e Juventus mentre il Napoli sarebbe stato ottavo in classifica e fuori da tutte le posizioni che contano probabilmente sarebbe stato preso per pazzo, a conferma di quanto a volte le stagioni che nascono sotto una cattiva stella possano invertire totalmente o quasi tutti i pronostici.
 
Che Juve vedremo? - Ma che Juve vedremo all'Olimpico? Il problema muscolare riscontrato da Higuain in allenamento rischia di togliere da subito tutti i possibili dubbi circa il modulo con cui la squadra bianconera si presenterà in campo dal primo minuto domenica sera.
Comunque, a prescindere dalle condizioni (e quindi dalla convocazione a rischio) del “Pipita”, l’allenatore bianconero sembra orientato a schierare nuovamente la Vecchia Signora con il trequartista così come ad oggi la coppia Demiral Bonucci è la favorita anche per affrontare l’attacco giallorosso.
Abbiamo già affrontato il discorso De Ligt la volta scorsa. Non si può parlare di un caso vero e proprio ma di certo la quinta panchina consecutiva sarebbe un fatto indiscutibile.
La squadra bianconera in questo momento deve evitare però qualsiasi caso interno perché bisogna mantenere serenità nel gruppo per arrivare nella migliore condizione psico-fisica nella parte decisiva della stagione.
Il vero campionato inizia adesso perché se Inter e Lazio continueranno a mantenere questo ritmo pazzesco la Juventus nei prossimi 50 giorni non si può permettere alcun passo falso.