Calciomercato.com

  • Juventus, che fine ha fatto Kean? Quando rientra e gli scenari futuri

    Juventus, che fine ha fatto Kean? Quando rientra e gli scenari futuri

    • Simone Gervasio
    Leggendo il bollettino post allenamento in casa Juve, oltre agli infortunati Perin e Danilo, si scorge anche un nome sparito da un po' dai radar. È quello di Moise Kean. Dal trasferimento praticamente fatto all'Atletico Madrid al ritorno alla Continassa, le condizioni dell'attaccante della Nazionale sono un rebus e stanno condizionando una stagione fondamentale nella sua carriera. Kean non gioca dall'8 dicembre quando entrò nel finale col Napoli e disputò gli ultimi 7'. Poi lo stop, il mercato e un'annata che sta andando in salita e gli sta precludendo anche la chance di guadagnarsi una maglia per i prossimi Europei.

    COME STA - Tra poco più di una settimana, il ragazzo di Vercelli spegnerà 24 candeline e spera di mettersi alle spalle questo infortunio alla tibia che si è rivelato peggio del previsto. E si è messo di traverso al suo passaggio in Liga. Di fatti Moise era un giocatore dei Colchoneros: aveva assistito ad Atletico Madrid-Valencia in tribuna al Civitas Metropolitano, aveva svolto le visite mediche per il club di Simeone. Era tutto fatto insomma per un prestito oneroso da 500mila euro poi le divergenze sui tempi di recupero dell'attaccante hanno fatto saltare l'affare. Della vicenda ha parlato Giovanni Kean, suo fratello, a Tuttosport."A Madrid ci hanno trattato benissimo, ma non volevano aspettare un mese in più. Come già si sapeva, mio fratello ha un problema alla tibia ma lo staff medico della Juventus ci aveva spiegato che sarebbe rientrato in settimana. Ci siamo fidati delle loro parole. Poi, all'Atletico Madrid, Moise ha fatto degli esami approfonditi, che hanno evidenziato tempi di recupero più lunghi di circa tre settimane. Se avesse giocato con l'attuale infiammazione, avrebbe rischiato di aggravare la situazione, mettendo a repentaglio anche ogni possibilità di andare agli Europei". A Torino, Kean sta svolgendo ormai da qualche settimana una preparazione personalizzata con riatletizzazione perché per tutto il periodo di stop è stato fermo senza poter correre. Impossibile il rientro per il Frosinone, un obiettivo potrebbe essere la convocazione per Napoli–Juve ma il suo recupero potrebbe slittare ancora a marzo.

    FUTURO - Il suo contratto scade nel 2025, ragion per cui la prossima sarà un'estate decisiva per il suo futuro. Il suo ingaggio da 3 milioni e mezzo di euro all'anno però gli preclude parecchie strade. Come scrive La Gazzetta dello Sport, la Juve sta pensando di replicare con lui il modello Arthur: un rinnovo per spalmare lo stipendio e facilitare il prestito di Kean altrove, nella speranza che possa vivere una stagione di riscatto, diversa da questa in cui ha solo 12 presenze e 472', senza gol. Lo stesso fratello aveva detto: "Rinnovo con la Juve? È tutto rimandato a fine stagione, per ora Moise non sta parlando del rinnovo. Lui sta solo pensando al rientro: non vede l’ora di tornare in campo". Tre mesi per riprendersi tutto, Kean ci prova ancora.

    Altre Notizie