Commenta per primo

In Europa la Juve non va. Contro il modesto Salisburgo, i bianconeri pareggiano la quarta partita su quattro e mettono a forte rischio la qualificazione. In una serata di noia profonda, dove l'emozione più grande per i tifosi è la presenza di Platini in tribuna, servivano i tre punti per avvicinarsi al secondo posto, che invece dista adesso tre lunghezze.

L'inaspettato successo del Lech Poznan sul Manchester City di Mancini complica tutto e obbliga Del Piero e compagni a vincere le prossime due partite con il possibile rischio di ricevere a Torino i Citizens ancora affamati di punti qualificazione.

(Leggo - Edizione Torino)