Calciomercato.com

  • Juventus-Frosinone le pagelle di CM: Vlahovic e McKennie contro tutti, Rugani salva una Juve disastrosa

    Juventus-Frosinone le pagelle di CM: Vlahovic e McKennie contro tutti, Rugani salva una Juve disastrosa

    • Nicola Balice, inviato a Torino
    Juventus-Frosinone 3-2

    Juventus

    Szczesny 6
    : sui gol resta a guardare, ma la colpa sembra di tutti tranne che sua.
    Gatti 5: ora centrale, ora terzino, nei momenti di difficoltà della squadra emergono tutti i suoi limiti che prova a mascherare con voglia e coraggio (41' st Milik sv).
    Bremer 5: a spasso, persino lui appare stranamente lento e impacciato.
    Rugani 6,5: male malissimo, sul gol di Brescianini in particolar modo. Poi trova un gol incredibile
    Cambiaso 5,5: se pure lui sembra fuori partita, significa che qualcosa di strano in termini di approccio alla gara sta effettivamente capitando. Poi cresce alla distanza.
    McKennie 7: due assist, due giocate fondamentali per tenere in vita una squadra che sembrava tecnicamente vicino all'alzare bandiera bianca. Ne fa uno anche per Soulé, ma rimedia in prima persona fermando Kaio Jorge salvo poi infortunarsi alla spalla sinistra (41' st Iling-Junior sv).
    Locatelli 5: è in un periodo di difficoltà prolungata, non protegge e non imposta.
    Rabiot 5,5: un brutto colpo lo taglia fuori dalla battaglia, ma già prima si era visto molto poco (28' pt Alcaraz 6: pasticcia, sbaglia, fa confusione...però ci prova a cambiare qualcosa, nel nulla della prima mezz'ora è comunque un valore aggiunto). 
    Kostic 5: continua a scendere in campo la copia stropicciata e rovinata del giocatore spesso decisivo nella scorsa stagione, irriconoscibile (17' st Weah 5,5: entra molle, altro che cambio di marcia)
    Vlahovic 8: gol dopo gol, ormai la Juve è tutta o quasi racchiusa nelle sue giocate da più di due mesi. Suona la carica, è solo nel deserto. E ci mette la testa per smarcare Rugani all'ultimo assalto.
    Chiesa 5: non pervenuto, assente assolutamente ingiustificato (17' st Yildiz 5,5: un po' meglio di Chiesa, ma i palloni decisivi li sbaglia tutti). 

    All. Allegri 5,5: nemmeno un vantaggio lampo porta la squadra a restare connessa, primo tempo horror e solo la coppia Vlahovic-McKennie evita alla Juve di affondare. Male, malissimo. Serve una scossa che non sta riuscendo a dare. Forse lo farà il gol di Rugani piovuto dal cielo. E ora c'è il rischio di perdere pure Rabiot e McKennie.

    Frosinone

    Cerofolini 5,5
    : vedi Szczesny, sui gol c'è poco da fare ma lui comunque non fa nulla. 
    Lirola 5: pronti via e il Frosinone va sotto anche per colpa sua, fatica a digerire i meccanismi del nuovo ruolo (50' st Monterisi sv).
    Romagnoli 5,5: dietro è il vero punto di riferimento, riesce comunque a limitare i danni nonostante un super Vlahovic.
    Okoli 5: Vlahovic lo manda a vuoto, sul 2-2 poteva e doveva fare di più.
    Zortea 7: la Juve dorme, ma lui è perfetto nel pescare Cheddira in occasione dell'1-1.
    Brescianini 7,5: osservato speciale, fa capire alla Juve di avere alcune caratteristiche che mancano dall'altra parte, soprattutto in termni di corsa e grinta.
    Mazzitelli 6: dà ordine nella doppia fase (41' st Gelli sv). 
    Harroui 6,5: manda in porta Brescianini con una giocata da manuale, da mezzala funziona anche meglio (27' st Barrenechea 6: alza il livello di fisicità).
    Valeri 6: controlla la fascia sinistra con personalità. 
    Soulé 5,5: il Frosinone vola, lui questa volta rimane a terra (41' st Seck sv). 
    Cheddira 7: sfrutta l'opportunità nel migliore dei modi, subito un gran gol e poi se la gioca senza paura con Bremer e soci (27' st Kaio Jorge 6: uno di quelli che vorrebbe tornare a giocare in questo stadio con l'altra maglia, quando entra c'è solo da contenere).

    All. Di Francesco 5,5: la classifica inizia a far paura, il suo Frosinone invece di paura non ne ha. Ma quando il calendario si farà in discesa dovrà tornare anche alla vittoria. Rovina tutto con un cambio scellerato che fa saltare le marcature al 95', proprio Monterisi si vede sbucare Rugani alle spalle.

    Altre Notizie