Commenta per primo

L'obiettivo stagionale dichiarato della Juventus è la qualificazione alla prossima Champions League. Per direttissima o tramite i preliminari non ha importanza. L'importante è esserci. Come? Facendo almeno 30 punti nelle prossime 13 gare. Calcolando che nelle ultime tre stagioni la media Champions si è aggirata intorno ai 68 punti, quest'anno per stare assolutamente tranquilla la Signora dovrà conquistarne almeno 71. Il che significa che i bianconeri non avranno molto margine di errore da adesso fino a fine stagione.

La squadra di Del Neri, se vorrà qualificarsi all'Europa che conta, potrà lasciare soltanto 9 punti per strada sino al 22 maggio, pur sapendo che il calcio non è una scienza esatta e che quindi stiamo... dando i numeri, facendo semplici previsioni. D'altronde un posto in Europa vale all'incirca 20/25 milioni di euro, il 10% del fatturato di corso Galileo Ferraris. La Juventus, dunque, non può proprio rinunciarci, anche solo per mettere a posto il bilancio e spendere qualche soldino in più per il mercato estivo. Ma il tecnico di Aquileia è abituato alle rincorse e non le teme. L'anno scorso la sua Sampdoria riuscì nell'impresa mettendo la quinta da febbraio in poi. E la Juve, nelle ultime due partite, ha già messo la freccia.