Calciomercato.com

  • Juventus, Kean all'Atletico Madrid: il giorno delle visite e i motivi della cessione

    Juventus, Kean all'Atletico Madrid: il giorno delle visite e i motivi della cessione

    • Gianluca Minchiotti
    Dopo una prima parte di stagione da dimenticare, con zero gol 12 partite, qualche infortunio di troppo e un paio di decisioni controverse del VAR, Moise Kean si appresta a lasciare la Juventus, per raggiungere l'Atletico Madrid. Entro la fine di questa settimana il classe 2000 sarà infatti nella capitale spagnola per sostenere le visite mediche, prima di firmare il contratto che lo legherà ai Colchoneros fino al termine della stagione. Il trasferimento di Kean dalla Juventus all'Atletico Madrid sarà effettuato con la formula del prestito secco oneroso, senza diritto di riscatto

    MOTIVAZIONE NUMERO UNO - Con questa formula, la Juventus dà la possibilità a Kean di giocare potenzialmente di più rispetto a quanto gli avrebbe garantito la permanenza in una squadra nella quale è esploso il talento di Kenan Yildiz, e di potersi quindi giocare più carte nell'ottica di una eventuale convocazione da parte della Nazionale per gli Europei. Allo stesso tempo, la Juventus mantiene il controllo del giocatore, in vista di una decisione definitiva sul suo conto che verrà presa durante l'estate. Ricordiamo che Kean ha un contratto con i bianconeri fino al 30 giugno del 2025, con un ingaggio da 2,5 milioni a stagione. Per lui, finora, un totale di 115 partite e 22 reti con la maglia della Juventus.  

    MOTIVAZIONE NUMERO DUE - Il trasferimento all'Atletico Madrid avviene dopo i tentativi del Monza, della Fiorentina, del Rennes e, da ultimo, del Siviglia e del Bayer Leverkusen. Tutte prospettive che hanno interessato Kean, ma non quanto l'ipotesi di ritrovare Alvaro Morata all'Atletico e, insieme a lui, sfidare l'Inter negli ottavi di finale di Champions League. Prima di ufficializzare un affare che, a meno di clamorose sorprese, sembra in dirittura d'arrivo, l'Atletico avrà comunque bisogno nelle prossime ore di liberare una casella, con la cessione di uno fra Correa e Depay.  

    Altre Notizie