Calciomercato.com

  • Juventus, Allegri: 'Firmare oggi in bianco? Ora non firmerei niente, ho un contratto fino al 30 giugno 2025'

    Juventus, Allegri: 'Firmare oggi in bianco? Ora non firmerei niente, ho un contratto fino al 30 giugno 2025'

    • Nicola Balice, inviato a Torino
    Quattro giornate e due punti, questo il ruolino di marcia della Juve dopo aver agganciato virtualmente il primo posto. Una striscia negativa che ha spazzato definitivamente via la parola scudetto di mezzo, con Max Allegri che ha sempre parlato di obiettivo Champions. Questi i temi toccati nella conferenza di vigilia pre-Juventus. 

    VERSO FROSINONE - "Buona settimana di lavoro, come erano state le altre prima dei risultati negativi e pure quelle precedenti con risultati buoni. Sarà partita difficile, contro squadra crea, il nostro obiettivo principale è quello di tornare a vincere". 

    CAMBIO SISTEMA - "Noi difendiamo sempre a 4, non dobbiamo cambiare niente". 

    ALCARAZ - "Son contento di quello che sta facendo, devo ancora decidere, potrebbe giocare. Ha tecnica, un buon tiro, credo sia una mezzala offensiva o un sottopunta". 

    ENTUSIASMO - "C'è sempre, per me allenare è amore e passione, soprattutto per la Juventus. Lo è sempre stato fin dai tempi dell'Aglianese. Qui sono dieci che faccio parte di questa società, ho ancora molta più responsabilità, abbiamo avviato un progetto quando son tornato, che continua anche dopo il cambio di società. Poi è normale che quando sei alla Juventus hai l'ambizione di vincere, ma ci sono anche gli avversari. Ho guardato i dati: i 38 scudetti della Juve, a parte il ciclo Carcano e quello dei 9 di fila, non ha mai vinto più di due scudetti consecutivi. La cosa straordinaria sono stati quei nove anni, siamo in un momento di costruzione e poi abbiamo l'ambizione di cercare di portare a casa la Coppa Italia e abbiamo l'obiettivo della qualificazione in Champions che è importante insieme alla crescita dei ragazzi". 



    FUTURO - "Firmerei in bianco? In questo momento qui non firmerei niente, ho un contratto fino al 30 giugno 2025. In questo momento il futuro è domani, riportare la Juventus a giocare la Champions, quando si parla di costruzione non dimentichiamoci che era dal 2011 che ci si qualificava in Champions. La Juventus è sempre stata una società che sarà pronta a programmare il futuro, Scanavino, Giuntoli e Manna pensano a ciò che è meglio per la Juventus. Tutti dobbiamo pensare al raggiungimento dell'obiettivo senza lasciarci distrarre dall'anno prossimo, poi il resto lo vedremo". 

    CROLLO EMOTIVO - "Non sono d'accordo, c'è stato un momento così. Giocando in 10 con l'Empoli, poi perdendo con Inter e Udinese abbiamo comunque disputato partite buone. La peggiore è stata con il Verona. Dobbiamo giocare partita solida". 

    CHAMPIONS - "Ci sono tanti punti a disposizione e tante squadre in corsa tutte pericolose. Non è l'obiettivo minimo, è l'obiettivo, quello che ha chiesto la società è questo". 

    RABIOT - "Sono molto contento, è normale che sia lui il motore di questa squadra. Da lui ci si aspetta sicuramente di più, farà tre mesi disputando buone prestazioni". 

    TRIDENTE - "Avremo in futuro la possibilità di lavorare, comunque Cambiaso è un giocatore offensivo. Più che di moduli bisogna tornare ad aver solidità". 
     

    Altre Notizie