7
Giuseppe Marotta, dg della Juventus, è intervenuto ai microfoni di Mediaset Premium parlando del futuro di Paul Pogba, centrocampista la cui permanenza in bianconero è da tempo in discussione: "Pogba è un nostro giocatore e siamo contenti di averlo: non esistono problemi contrattuali e anche con Raiola siamo in buoni rapporti"

Sulla possibilità di blindare Pogba: "Blindato è una parola forte ma c’è la sensazione, con Pogba come con altri giocatori, di andare avanti assieme ancora qualche anno. Abbiamo parlato con il suo agente e lo faremo anche nei prossimi giorni, ma non esiste un caso Pogba: esistono soltanto le dinamiche contrattuali che in questo periodo della stagione è normale che si affrontino, con qualsiasi giocatore. Il raggiungimento del doppio obiettivo, Scudetto e Europa League, non influirà sul nostro mercato estivo: continueremo con il nostro progetto di crescita, senza fare pazzie ma cercando di alzare un po’ l’asticella in Champions League. Anche con Antonio Conte ci incontreremo a campionato concluso”.

Successivamente Marotta è stato intervistato anche da Sky Sport: "Il sorteggio ha messo davanti le due formazioni più accreditate per la vittoria. A Trieste era diverso, si assaporava per la prima volta una certa gioia. Ora ci manca poco per lo scudetto, ma siamo tornati competitivi anche in campo europeo, prima uscendo col Bayern, quest'anno non facendo bene ma siamo in semifinale e la finale può essere importante per noi".
Sull'Atletico Madrid in finale di Champions League: "E' un'eccezione, solitamente le squadre sono quelle dal fatturato altissimo ma può andare in fondo una sorpresa. In sostanza la regola è che chi ha un fatturato alto può spendere di più".

Su Higuain e Tevez: "Parliamo di ottimi giocatori, Sabella sceglierà i giocatori tra i tanti che ci sono per la nazionale. Per esperienza e caratura Tevez meriterebbe, ma esistono condizionamenti che pare non siano dovuti a fattori calcistici".