Calciomercato.com

  • Juventus, senti Zidane: 'Futuro in Italia? Può succedere di tutto'

    Juventus, senti Zidane: 'Futuro in Italia? Può succedere di tutto'

    • FA
    Zinedine Zidane manca al calcio e il calcio manca a Zinedine Zidane, ma presto le strade del francese e del pallone possono tornare a incrociarsi. E potrebbero anche farlo in Italia, dove ha vissuto una pagina importante della sua carriera da calciatore.

    Zizou non ricopre più il ruolo di allenatore da quando ha lasciato il Real Madrid nel 2021, al termine di un secondo ciclo che gli ha permesso di raggiungere quota 11 titoli vinti sulla panchina delle merengues di cui è ancora il secondo allenatore più vincente della storia alle spalle solo di Miguel Muñoz (14).

    Il ritorno in panchina però potrebbe non essere più lontano e nei pensieri di Zidane c'è anche l'idea di prendere la guida di un club italiano.

    L'APERTURA - Ad aprire all'ipotesi di un'avventura in Serie A è stato lo stesso Zizou, presente all'evento per il lancio del docufilm su Marcello Lippi "Adesso vinco io": "È stato mio allenatore, soprattutto mi ha fatto venire alla Juve. È il primo che ha creduto in me e che mi ha fatto giocare, perché alla fine non era facile per lui. Quindi per me è stato non solo il mio allenatore, ma quello che mi ha fatto diventare chi sono". L'ex allenatore del Real, poi, ha risposto così alla domanda su un possibile futuro in Italia: "Perché no, può succedere di tutto. Adesso sto facendo altre cose, vediamo però sicuro che un'altra volta in panchina mi piacerebbe", ha detto a Sky Sport.

    SOGNO DEI TIFOSI - Musica per le orecchie dei tifosi di un club ben preciso e che con Zidane ha un rapporto forte: la Juventus. Torniamo a metà ottobre 2023 e alla festa per il centenario di proprietà della famiglia Agnelli, "Together, a black and white show". I fan bianconeri presenti, in rappresentanza di quelli collegati da ogni parte del mondo, hanno potuto dire la loro e lanciare dei messaggi chiari sui quali siano i grandi sogni per il futuro. L'applausometro non ha mentito, dopo Alessandro Del Piero il più acclamato è stato proprio Zizou, ancor più di quell'Antonio Conte per cui da mesi si parla di un possibile ritorno a Torino.

    ZIDANE ALLA JUVENTUS? 'CI TORNEREBBE A PIEDI'

    DUBBIO ALLEGRI - Se cambio in panchina sarà, il sogno nel cassetto del mondo juventino è quello di riabbracciare Zidane, che ha vestito la maglia della Vecchia Signora dal 1996 al 2001. Ma questo cambio è possibile? Il futuro di Massimiliano Allegri è ancora tutto da definire, al netto di un contratto fino al 2025 e delle parole di Cristiano Giuntoli prima della partita con il Frosinone: "C'è un progetto di crescita, Allegri sta facendo un grandissimo lavoro prospettivo e noi siamo contenti di proseguirlo. Il mister è contentissimo di restare alla Juventus e noi siamo contentissimi di lui e vogliamo tenerlo. A tempo debito ci siederemo con lui per programmare il futuro e discutere del nostro futuro insieme". Dichiarazioni a cui è seguita la risposta dello stesso Max: "Sono contento, siamo in sintonia su tutto. Ora pensiamo alla Champions, il mio contratto è fino al 2025 e sono orgoglioso, per me è affetto e passione dato che sono qui da 10 anni tra una cosa e un'altra. Sono felice, abbiamo continuato un rapporto che proseguiva dagli anni con il presidente che c'era prima. Poi la società valuterà". Tutto rimandato al termine della stagione, ma ad oggi non è certo che sulla panchina della Juventus sieda ancora Allegri la prossima stagione e non a caso, nel corso delle settimane, sono stati accostati vari profili, Conte e Thiago motta per citarne alcuni.

    IPOTESI ALL'ESTERO - I tifosi bianconeri sognano, ma nel frattempo ci sono anche altre società che stanno accarezzando l'idea di tentare Zidane. Tra questi il Bayern Monaco, che a fine stagione saluterà Thomas Tuchel come già sancito da un comunicato ufficiale. Il club bavarese è un'ipotesi suggestiva, ma anche in Premier League possono aprirsi delle possibilità e dal massimo campionato inglese possono arrivare offerte progettualmente stimolanti ed economicamente molto allettanti.

    Altre Notizie