240
La Juventus è crollata sotto i colpi del Milan nella partita che può valere una stagione. Nel mirino della critica c'è l'operato di Andrea Pirlo, il cui futuro è sempre più lontano da Torino.  Almeno due scelte si sono rivelate fallimentari: ha schierato Federico Chiesa a sinistra e ha preferito Alvaro Morata a Paulo Dybala. Che nei 10 minuti avuti a disposizione ha creato almeno un'occasione da gol contro  il nulla cosmico dell'attaccante spagnolo. La Joya ora è un caso per il club bianconero, la bocciatura di ieri sera può segnare il punto di rottura definitivo in una stagione dove non sono mancati momenti di alta tensione tra le parti. 

Ascolta "Juventus, tensione alle stelle con Dybala: Paratici detta le condizioni per il rinnovo, la Joya ha un piano" su Spreaker.
LA JUVE HA MESSO DYBALA IN VENDITA - Andrea Agnelli e Fabio Paratici non hanno cambiato idea sull'argentino. L'ex Palermo è  sul mercato. Anzi, continua ad essere spinto sempre più fuori dalla Juventus. L'obiettivo è quello di trovare un acquirente serio entro il 30 giugno per provare a realizzare una cessione importante che possa sistemare un bilancio in rosso. Ma non sarà facile: il Psg, con il rinnovo di Neymar, è uscito in maniera quasi definitiva dalla corsa. Un'altra opzione poteva essere il Barcellona che però sta concentrando il lavoro su altri obiettivi: è in trattativa avanzata con il Kun Aguero e ha già bloccato l'eventuale alternativa ovvero Memphis Depay.

RISCHIO CESSIONE A ZERO - In casa Juventus cresce la paura per un possibile addio di  Dybala a parametro zero. Paulo non sta spingendo per lasciare il club fin da subito, consapevole che quel contratto in scadenza tra un anno gli potrebbe aprire scenari a sorpresa. La trattativa  per il rinnovo del contratto è ferma da diversi mesi, a questo punto l'argentino vorrebbe strappare un ingaggio decisamente superiore a quello attuale o arrivare a scadenza. Completamente diversa la visione della Juventus che è sempre aperta al prolungamento del contratto ma solo confermando le cifre attuali: 7,3 milioni (bonus inclusi), a stagione. Il caso Dybala non si sgonfia, la tensione tra le parti è alla stelle.