768
Federico Chiesa è un nuovo giocatore della Juventus. Depositato in Lega Serie A il contratto del giocatore, che lascia la Fiorentina a titolo temporaneo biennale con obbligo di riscatto. Andrea Pirlo ha così il suo nuovo esterno d'attacco. Non si conoscono ancora le cifre ufficiali, ma sarà un affare complessivo, tra prestito e riscatto, da 60 milioni di euro. Tanto quanto richiesto da Rocco Commisso. Il classe '97 firma un contratto quinquennale con la Vecchia Signora, con un ingaggio tra i 4 e i 5 milioni di euro.



I NUMERI - ​Nella passata stagione, Chiesa ha messo insieme 37 presenze realizzando 11 gol e confezionando 9 assist; quest'anno, invece, in 3 presenze in Serie A ha segnato contro l'Inter e servito l'assist a Castrovilli nel debutto con il Torino. La sua ultima partita in Viola è combaciata con il ko casalingo contro la Sampdoria, sfida in cui ha indossato anche la fascia da capitano.

IL COMUNICATO DELLA FIORENTINA - Questo il comunicato del club viola: "​ACF Fiorentina comunica di aver ceduto, a titolo temporaneo biennale oneroso con obbligo di riscatto, il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Federico Chiesa alla Juventus F.C".
   
LE CIFRE - Questo il comunicato, invece, della Juventus, che svela le cifre esatte dell'operazione: "Juventus Football Club S.p.A. comunica di aver raggiunto un accordo con la società ACF Fiorentina per l’acquisizione, a titolo temporaneo fino al 30 giugno 2022, del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Federico Chiesa a fronte di un corrispettivo di € 10 milioni, di cui € 3 milioni per la stagione sportiva 2020/2021 e € 7 milioni nel corso per la stagione sportiva 2021/2022.
Inoltre, l’accordo prevede:

L’obbligo da parte di Juventus di acquisire a titolo definitivo le prestazioni sportive del giocatore al raggiungimento di determinati obiettivi sportivi nel corso della stagione 2021/2022;

- La facoltà da parte di Juventus di acquisire a titolo definitivo le prestazioni sportive del giocatore qualora detti obiettivi non fossero raggiunti.

Il corrispettivo pattuito per l’acquisizione definitiva, in entrambi i casi, è pari a € 40 milioni, pagabili in tre esercizi, e potrà essere aumentato, nel corso della durata del contratto di prestazione sportiva con il calciatore, per un ammontare non superiore a € 10 milioni al raggiungimento di ulteriori obiettivi​".