118
Il Var quest’anno ha ricevuto più di una critica da parte di tanti club di Serie A e non si è dimostrato all’altezza in più di una circostanza. Così i vertici arbitrali hanno voluto correre ai ripari e nella giornata di ieri hanno discusso sugli episodi che hanno fatto più discutere durante tutto l’arco della stagione. Dal rigore su Belotti in Torino-Inter, alla rete di Udogie viziata da un fallo di mano contro il Milan. Momenti che il designatore arbitrale Gianluca Rocchi ha voluto condividere bacchettando’ l’atteggiamento dei varisti: “Se l’arbitro da Var si porta dietro l’atteggiamento che ha in campo sbaglia” ed aprendo ufficialmente ad una novità dalla prossima stagione.
NUOVO TEAM - “Proprio per questo nascerà una squadra di soli varistI’’ , ha detto Rocchi. Infatti sarà costituita una squadra di 10 elementi destinati solo al monitor. “Potranno essere trovati tra chi ha smesso o anche tra i più giovani che dimostrano di possedere le caratteristiche giuste. Vogliamo formare arbitri sul modello europeo. Falli fischiati, ammonizioni e rigori concessi siano in perfetta linea con la Champions League”, sottolinea il designatore. L’Italia è quindi pronta ad intraprendere una nuova strada per cercare di assottigliare al massimo il margine d'errore che vede una forbice netta quando gli arbitri si affidano a meno allo strumento tecnologico (si passa dallo 0,84% al 6% nel caso di negligenza dell’ausilio del Var). Da luglio al via i nuovi corsi a Coverciano.