49
La storica semifinale di Champions League contro il sorprendente Lipsia di Nagelsmann arriverà soltanto martedì prossimo, ma il pensiero della stampa francese e in particolare del prestigioso quotidiano L'Equipe va ancora all'avvincente quarto di finale vinto in extremis contro l'Atalanta. Non soffermandosi tuttavia sulla grande prova di Neymar o sull'ingresso in campo decisivo di Mbappé, bensì sulla prova incolore dell'ex interista Mauro Icardi

La convinzione quasi unanime dei media d'Oltralpe è che l'argentino finirà in panchina nella sfida che vale un posto per la finale del "Da Luz": il ritorno dalla squalifica di Di Maria e le ottime prove fornite da Neymar e Mbappé spingono il tecnico Tuchel verso la formazione di un attacco più tecnico e dinamico, bocciando il giocatore riscattato dall'Inter per quasi 60 milioni di euro. E le motivazioni addotte da L'Equipe per supportare la probabilissima bocciatura di Icardi sono piuttosto eloquenti: "La domanda da farsi è se Mauro Icardi in questo momento possa essere in grado di giocare una partita di alto livello... La sua mancanza di mobilità è lampante. Al punto di farne un peso per la squadra? La questione si pone sul serio".
L'impietosa analisi del quotidiano prosegue così: "Se Tuchel vuole attaccare la profondità contro il Lipsia, allora Icardi non gli serve a nulla. La sua condizione fisica è catastrofica Oggi è la grande delusione del post lockdown, con il suo maxi ingaggio voluto da Leonardo. E al di là della sua condizione atletica, è pure il suo livello tecnico a creare ansie e a essere messo in discussione".