Commenta per primo

'Già ai nostri tempi si cercava di costruire il gioco dalla difesa, ora si è ripresa questa pratica. Lo ha dimostrato anche De Rossi in Nazionale. Gonzalo Rodriguez è tecnicamente valido, tiene bene la posizione, ha senso del gioco. Il gol è quel qualcosa in più, e di più non gli si può chiedere. Gli altri difensori sono sullo stesso livello, ed è bravo Montella a scegliere ogni volta il giocatore che è più in forma. L'atteggiamento della squadra a livello tecnico e caratteriale rispecchia la mentalità del suo allenatore'. Così l'ex difensore viola Sergio Battistini, ospite ai microfoni di Radio Toscana

'Non mi sorprende tanto la bravura di Montella quanto la campagna acquisti, visto che sono arrivati tanti giocatori sconosciuti ma qualitativamente bravi - ha aggiunto Battistini -. Se la società ha la pazienza di mantenere questi elementi più bravi, la Fiorentina può arrivare al vertice. Il club deve ora muoversi sul mercato, anticipando i tempi. L'attaccante serve già a gennaio, le cose vanno migliorate al più presto. Toni mi ha sorpreso, perché con tutti i problemi che ha avuto ha reso subito benissimo. La piazza di Firenze lo ha ricaricato. Jovetic a Milano mancherà, e mi dispiace perché se ci fosse stato sarebbe stata la Fiorentina la favorita. I viola perdono almeno il 30-40% del proprio potenziale, ma hanno comunque le carte per fare bene. Il gioco di Allegri era impostato sui campioni. Mancando loro, non ha avuto la forza e la pazienza per inventare un altro tipo di gioco. Ora con le difficoltà ha dovuto ricreare certe situazioni tattiche. Secondo me a fine campionato la Fiorentina arriverà davanti al Milan. Borja Valero? Lui, Viviano e Pizarro sono i top di questo inizio di campionato gigliato. Lo spagnolo è un giocatore completo, un grande acquisto'.