Commenta per primo

'Al Milan c'è stata una significativa rivoluzione, dettata più da motivi di mercato che da una vera volontà di cambiare tecnicamente la squadra. Per i rossoneri si può parlare di un momento di transizione'. Così l'ex difensore viola Stefano Carobbi, ai microfoni di Radio Rosa. 'Mi sarebbe piaciuto giocare in questa Fiorentina, la squadra di Montella ha tanta intensità e tanta corsa - ha dichiarato Carobbi, che ora allena il Fiesole Caldine in serie D -. Dopo tanti anni guardo volentieri la formazione gigliata, e la cosa che più mi fa piacere è che è una squadra che non dà mai l'impressione di subire il gioco avversario ma che cerca sempre di imporlo. Montella ha già dato una sua impronta precisa ad una rosa che non può che avere tantissimi margini di crescita. Manca un attaccante, indubbiamente, a prescindere dalle qualità di chi c'è in rosa, ma sono convinto che la società già a gennaio metterà a disposizione del proprio tecnico un nome importante. Il segreto dei tecnici giovani come Stramaccioni e Montella? L'entusiasmo e l'ambizione: le motivazioni che hanno nel lavoro quotidiano vengano trasmesse ogni giorno ai singoli giocatori'.