Rafinha, trequartista del Barcellona, all'Inter lo scorso anno, parla a Sport Mediaset della sua mancata permanenza all'Inter: "Spalletti è un grande allenatore ma penso che non mi abbia voluto tenere: l'Inter resta nel mio cuore, credevo di restare, ma alla fine hanno scelto altri giocatori". Arrivato a gennaio in prestito con diritto di riscatto, l'Inter ha deciso di non puntare su di lui, virando su Radja Nainggolan, pupillo di Spalletti. 

FUTURO - "So che in estate i tifosi si sono mobilitati e che hanno creato anche l'hashtag riprendirafinha: una dimostrazione di grande affetto che ho ricambiato dando tutto me stesso e ricambio tuttora. A Milano sono stato benissimo, un'empatia immediata e naturale. Ancora oggi sono in contatto con i compagni, lo staff medico e i dirigenti: purtroppo però le porte poi si sono chiuse e non penso si possano riaprire. Ma ora sto bene al Barcellona, sono in un ottimo momento. Se dovessi giocare e segnare, per rispetto non esulterei: i nerazzurri sono sempre una parte di me".