179
Questa sera a San Siro andrà in scena il Derby d'Italia fra Inter e Juventus, ma aspettando la sfida dei big, di Conte contro Sarri, di Lukaku (ancora in forse) contro Cristiano Ronaldo, la società nerazzurra può già esultare perché ha già fatto suo il primo scontro diretto. Sì perché questa mattina al Breda di Sesto San Giovanni era in programma il big match della quarta giornata del campionato Primavera che ha messo di fronte proprio l'Inter e la Juventus. E a trionfare in maniera schiacciante al triplice fischio sono stati i nerazzurri di Armando Madonna che hanno rifilato un sonoro 5-1 ai bianconeri di Lamberto Zauli.

LA GARA - Senza Esposito (convocato da Conte) Veragni e Oristanio (protagonista in Youth League contro il Barcellona) Madonna sceglie un 3-5-2 coperto con Mulattieri accanto a Fonseca per guidare l'attacco. La Juventus risponde con un 4-3-1-2 ricco di talento, ma la gara si indirizza presto su i binari voluti dai nerazzurri che passano prestissimo al 5' con Squizzato che fa un numero dalla destra e serve sul secondo palo Colombini per il vantaggio. La Juve incassa, ma reagisce e dopo due parate super di Wibmer trova il pari al 29' con Sene dimenticato a centro area su cross di Anzolin. Il pari è però estemporaneo perché l'Inter si scatena e al 31' trova di nuovo il vantaggio con Fonseca che su corner dalla sinistra svetta e insacca. L'uscita dal campo id Fagioli per infortunio toglie luce alla manovra bianconera e nel secondo tempo l'Inter dilaga. Al 54' Mulattieri dimenticato da tutti in area trova il sette con un destro al volo e poi all'80' spiazza Wibmer con un piazzato dal limite su cross dalla sinistra di Burgio. La Juventus sparisce dal campo e al 93 arriva la manita di Gnonto che sigilla il 5-1 finale.

Un dominio assoluto che difficilmente si potrà rivedere questa sera a San Siro. L'Inter per ora ride e si gode la sesta vittoria su sei stagionale fra campionato e Youth League e la vetta della classifica del campionato Primavera. 


IL TABELLINO
Inter Primavera-Juve Primavera: 5-1


Marcatori: 5′ Colombini, 29′ Sene, 31′ Fonseca, 54′ Mulattieri, 80′ Mulattieri, 93′ Gnonto

Inter Primavera (3-5-2): Pozzer; Kinkoue, Ntube, Pirola; Gianelli (68′ Burgio), Squizzato (75′ Attys), Agoume, Schirò (85′ Sami), Colombini (68′ Vezzoni); Mulattieri, Fonseca (75′ Gnonto). 
A disp. Stankovic, Tononi, Vaghi, Moretti, Lindkvist
All. Madonna

Juve Primavera (4-3-1-2): Israel; Leo, Gozzi, Riccio, Anzolin (46′ Verduci); Ahamada, Tongya, Ranocchia (60′ Leone); Fagioli (34′ Sekulov); Sene (74′ Stoppa), Moreno (60′ Petrelli).
A disp. Garofani, Raina, Vlasenko, De Winter, Francofonte, Da Graca
All. Zauli. 

Arbitro: Paterna di Teramo

Ammoniti: Fonseca, Gozzi, Moreno, Squizzato, Colombini, Pirola