238
L’Inter riprende da dove aveva finito: batte il Salisburgo 4-0 e conferma le buone sensazioni che l’ambiente nerazzurro sta vivendo in questo strano ritiro pre-campionato a Malta. Prima della sosta la squadra di Inzaghi aveva vinto con l’Atalanta, a Bergamo, poi un paio di giorni fa il 6-1 allo Gzira United e ora un nuovo successo con un avversario che aveva ben figurato in Champions League. Le reti portano le firme di Mkhitaryan, Acerbi, e Valentin Carboni, mentre il momentaneo 3-0 era stato causato da un autogol di Bernardo. Solo buone notizie per i nerazzurri che scaldano i motori in vista del Napoli.

GARA - La formazione è quella tipo, scontate le assenze e i giocatori ancora impegnati nei Mondiali. Davanti ad Handanovic, ci sono Acerbi, Skriniar e Bastoni, a centrocampo Calhanoglu con Gagliardini e Barella, mentre sulle fasce Dimarco e Bellanova. In attacco Dzeko e Mkhitaryan. I ritmi sono buoni, la posta in palio conta poco ma l’Inter gioca bene. Lo fa sulla spinta delle ali: sono infatti Bellanova e Dimarco i più positivi nella prima frazione. Dai loro spunti nascono le prime occasioni per Dzeko e Mkhitaryan. È proprio l’armeno a sbloccare il match, sfruttando un assist del mancino ossigenato. Il raddoppio arriva con Acerbi, bravo a capitalizzare di testa una punizione di Calhanoglu, sulla quale pareva partito in fuorigioco. Nella ripresa gli austriaci si rendono più pericolosi e impensieriscono Handanovic. Entrano, tra gli altri, Asllani e Gosens e il tedesco conferma i progressi dal punto di vista fisico che fanno ben sperare i nerazzurri. È lui a propiziare la quarta rete, quella segnata dal giovane e talentuoso Carboni. Da una folata di Bellanova nasce invece l’autorete del 3-0.
SINGOLI - Bene Barella, la solita dinamo d’energia in mezzo al campo, promossi anche Bastoni e Handanovic, mentre da rivedere Skriniar apparso un po’ impreciso. Brillano Acerbi e Gosens. Le voci di mercato che riguardano sia l’ex Lazio che il tedesco paiono averli motivati. Mattatore della serata Mkhitaryan, schierato al fianco di Dzeko, autore di un gol e mezzo, avendo propiziato l'autorete. L’Inter supera il test, dimostra di essere in ottima forma nonostante il break e si prepara alle prossime amichevoli in questo lungo dicembre senza partite ufficiali. Il ritiro a Malta continuerà fino al 9 dicembre, poi il rientro in Italia e altre due sgambate, il 16 dicembre a Siviglia contro il Betis, il 22 a Reggio Calabria contro la Reggina.