71
Cristian Ansaldi è sul mercato. L’arrivo di Dalbert e la mancata cessione di Nagatomo hanno fatto scivolare il difensore argentino in fondo alle gerarchie di Luciano Spalletti. La conferma è arrivata domenica sera, quando il tecnico toscano ha schierato il giapponese tra i titolari (Dalbert non è ancora pronto ma i 28 milioni spesi per acquistarlo indicano che presto sarà lui il titolare) in occasione della sfida casalinga contro la Fiorentina. I nerazzurri, quindi, considerano Ansaldi un esubero e sono al lavoro per trovare una soluzione che possa soddisfare tutti. 

ANSALDI FRENA - L’interesse del Genoa è concreto, Ivan Juric accoglierebbe molto volentieri il ritorno dell’argentino in Liguaria e anche l’Inter spinge in tal senso. Chi invece per il momento frena è proprio Ansaldi. Il classe ’86 ha fatto sapere che preferirebbe proseguire la propria avventura in nerazzurro, certo di potersi ritagliare uno spazio sufficiente nei mesi a venire. Il problema potrebbe anche essere legato all’ingaggio, se l’Inter non dovesse aiutare il Genoa nel pagamento degli 1,5 milioni di euro che attualmente il calciatore percepisce per ogni stagione. 

L'INCONTRO CON SABATINI E AUSILIO - L’agente di Ansaldi, attualmente in giro per l’Europa, potrebbe presto raggiungere Milano per soddisfare Sabatini e Ausilio, che hanno chiesto un incontro. Ma intanto il tempo stringe e l’Inter vorrebbe accelerare le pratiche. Una fretta che però non sembra percuotere né il calciatore argentino né il suo entourage.