Da tempo nel mirino di Ausilio, da qualche settimana sulla lista anche di Marotta. Moussa Sissoko e l'Inter, una storia d'amore che non è mai veramente iniziata, che potrebbe finalmente sbocciare in primavera. Le parti si apprezzano da tempo, ma nessuno dei due si è spinto oltre i messaggini, nessuno dei due è andato oltre un breve corteggiamento. E' sempre stata una questione di costi e di priorità, ostacoli che potrebbero essere superai nelle prossime settimane. L'Inter non ha mai dimenticato il centrocampista francese e lo considera, insieme a Barella, per il quale la trattativa con il Cagliari corre veloce, il rinforzo giusto per un reparto che deve essere rinnovato, l'ex centrocampista del Tolosa è tentato, a 30 anni, di assaporare un campionato diverso da quello inglese. 

SI CAMBIA - La situazione contrattuale di Sissoko apre a scenari interessanti. Il suo legame con il Tottenham è in scadenza nel 2021 e ancora, al francese, non sono arrivate proposte di rinnovo. Per Pochettino è diventato quasi insostituibile, complice l'addio per la Cina di Mousa Dembelé, ma a fine stagione lo scenario potrebbe cambiare. Perché dopo due finestre di mercato senza acquisti, gli Spurs in estate vogliono recitare un ruolo da protagonista e intendono investire massicciamente in mezzo al campo. Nel mirino ci sono van de Beek dell'Ajax, Rabiot del Paris Saint-Germain, Maddison del Leicester, Brooks del Bournemouth e Carlos Soler del Valencia, ciò significa che per Dembelé rischia di non esserci spazio. L'Inter  ci pensa seriamente e aspetta che la prima tessera del domino si muova.